Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Corteo del comparto dell'edilizia sfila per Roma

"Chiediamo pi lavoro e sicurezza"

Chiedono più lavoro, investimenti e sicurezza. Sono migliaia i lavoratori del settore dell'edilizia che sabato hanno sfilato per le vie della città, da piazza Bocca della Verità fino al Colosseo. Alla manifestazione sono state esposte centinaia di bandiere della Fillea-Cgil, della Feneal-Uil, della Filca-Cisl, in tanti hanno indossato caschetti da cantiere. Al centro del corteo, i lavoratori hanno esposto cartelli con notizie sulla crisi del comparto dell'edilizia. Tra gli altri lavoratori in piazza, alcuni hanno mostrato striscioni con su scritto "Lavoro, lavoro", "Impossibile lavorare in cantiere fino a 67 anni", "Contro tutte le mafie, fai vincere la legalita'", "La crisi licenzia anche la sicurezza". Slogan anche contro il premier Mario Monti. Al corteo hanno partecipato anche i leader dei sindacati confederali tra cui Luigi Angeletti della Uil e Raffaele Bonanni della Cisl, che concordano sul fatto che "bisogna rimettere in piedi l'edilizia perché quando l'edilizia va, tutto il Paese va. Quindi, servono iniziative per la crescita".

Particolare attenzione da parte dei manifestanti anche sul tema della sicurezza. Alcuni lavoratori hanno inscenato un funerale, con tanto di uomini e donne travestiti da suore e frati, in ricordo delle morti bianche. L'ultima quella di Luigi Termaro, 26 anni, operaio della Metro C caduto da un'altezza di 30 metri.

[03-03-2012]

 
Lascia il tuo commento