Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Roma Metropolitane, si dimette l'ad Bortoli

le dimissioni dopo le polemiche nate dal dossier della Corte dei Conti sull'opera

Si è dimesso Federico Bortoli, amministratore delegato di Roma Metropolitane. La decisione del dirigente della società municipalizzata è arrivata dopo le polemiche sulla lievitazione dei costi per la realizzazione della metro C. Le accuse contro la gestione di Roma Metropolitane erano nate da un dossier redatto da giudici contabili della Corte dei Conti. "L'opera - si legge nel dossier -  risulta notevolmente ridimensionata per l'abbandono di qualificanti opere integrative e complementari" e il "cui onere finanziario risulta, nel corso degli anni incrementato grandemente, ad oggi complessivamente aggiornato a 3 miliardi 379 milioni di euro".

Nella sua lettera di dimissioni Bortoli non cita il rapporto della Corte dei Conti bensì si rammarica per il mancato riconoscimento, soprattutto da parte delle istituzioni, del suo impegno per la realizzazione della metro C.

La Corte dei Conti si era anche espressa sull'effettiva fattibilità della nuova linea metropolitana di Roma, mettendone in dubbio la realizzazione. "L'opera risulta non priva di incognite sulla sua complessiva fattibilità -scrivono i giudici nel dossier- essendosi esauriti anzitempo le risorse per la sua realizzazione integrale".

Spetterà ora al sindaco Alemanno decidere se accettare le dimissioni di Bortoli oppure cercare di convincerlo a restare alla guida di Roma Metropolitane. Per la prossima settimana è previsto un incontro tra lo stesso Bortoli, Alemanno e l'assessore alla Mobilità Aurigemma.
 
 

[18-02-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE