Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Cadavere carbonizzato alle porte di Roma

il corpo di un uomo ucciso con un colpo di pistola

Sarebbe stato ucciso nella tarda serata di ieri con almeno un colpo di pistola. Poi l'assassino, o gli assassini, avrebbe bruciato il cadavere. È quanto emerso dai primi rilievi effettuati sul corpo carbonizzato trovato in aperta campagna alle porte di Roma, vicino al Divino Amore, in località Borgo Santa Fiumia. E' difficile al momento stabilire l'identità e persino la nazionalità dell'uomo; per questo è stato prelevato del Dna che sarà analizzato.

Accanto al luogo del ritrovamento sarebbero stati recuperati dei bossoli ed un piccolo escavatore parzialmente bruciato probabilmente utilizzato per scavare la buca all'interno del quale è stato trovato il corpo. Accanto al cadavere i Carabinieri avrebbero anche isolato alcune impronte e tracce che potrebbero essere di sangue. E' probabile che la vittima sia stata uccisa nella tarda serata di ieri e poi bruciata nel terreno vicino al Divino Amore. Il corpo è stato trovato all'interno di una tenuta agricola recintata e con un cancello, ma il proprietario che ha trovato l'uomo carbonizzato e ha lanciato l'allarme ha detto di non aver trovato più la catena e il lucchetto che lo chiudevano. E' l'ennesimo mistero della Capitale, la quarta morte violenta di questo 2012.

Nella stessa zona, in un campo vicino all'Ardeatina, l'8 marzo del 2011 fu ritrovato il cadavere mutilato di una giovane donna. Mancavano la testa, le gambe e alcuni organi interni. Le indagini percorsero la pista del serial killer come quella del satanismo e anche del "collezionista di organi".
 
 

[27-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE