Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Taxi, giorno di sciopero. Raduno al Circo Massimo

Codacons: "disagi solo per turisti a Fiumicino e Termini"

Piazzole vuote e turisti disorientati. E' la desolazione alla stazione Termini nel giorno dello sciopero dei tassiti. Dopo la presentazione del decreto liberalizzazioni da parte del governo Monti, la categoria rimane mobilitata per contrastare la misure che porterebbero maggiore apertura del settore.
Con le auto bianche ferme al circo massimo e i conducenti in assemblea ormai permanente, sono pendolari e turisti stranieri a subire i disagi più forti. In piazza della Repubblica, piazza Cinquecento e via Giolitti, le piazzole dei taxi, anche quelle riservate ai disabili, sono pressoché deserte. Nel vuoto lasciato dai tassisti, si cercano mezzi alternativi.  Fanno affari gli Ncc, presi d’assalto come non mai, e le navette per gli aeroporti. 

CITTADINI INDIFFERENTI ALLO SCIOPERO- Da una indagine a campione realizzata oggi dal Codacons, è emerso che "l'83% dei cittadini della capitale non ha riscontrato alcun danno dallo sciopero dei tassisti, e non ha avuto alcun problema nell'utilizzo dei mezzi pubblici. Gli unici ad aver patito la serrata - spiega l'associazione - sono i turisti in arrivo a Roma e chi doveva raggiungere la città dall'aeroporto di Fiumicino. Paradossalmente lo sciopero dei tassisti ha prodotto vantaggi alla città sul fronte dell'inquinamento, grazie al minor numero di automobili circolanti".
 
 

[23-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE