Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sciopero dei tassisti. Stazioni deserte a Termini e Fiumicino, disagi per i viaggiatori

la protesta contro le liberalizzazioni, sciopero improvviso dei taxi

Turisti disorientati, passeggeri a Termini e a Fiumicino imbufaliti. E' la conseguenza dello sciopero improvvisato questa mattina dei tassisti della capitale contro le liberalizzazioni. Le auto bianche, già da ieri sera, disertano le stazioni di Termini e dell'aeroporto Leonardo da Vinci. Molti stranieri, provenienti dai voli transcontinentali questa mattina si sono a lungo aggirati all'esterno dell'aerostazione carichi di bagagli prima di riuscire a capire che avrebbero dovuto servirsi del treno o dei bus di linea. "Una pessima sorpresa - afferma adirato un imprenditore arrivato da Milano - È legittimo manifestare, capisco le difficoltà della categoria, ma gli scioperi non possono essere selvaggi ed improvvisi: devono essere comunicati prima e si devono gestire con il rispetto degli utenti. Qui c'è il deserto generale, è un disagio enorme per chi fa avanti e indietro per lavoro o affari e che ora deve trovare un'alternativa per raggiungere la destinazione. Personalmente, mi slitteranno delle riunioni, dovrò riprogrammarne alcune e cancellarne altre". I più penalizzati per il fatto di non avere subito ben chiare le alternative per raggiungere Roma, sono i turisti stranieri: "Please, where are the taxies?", è la domanda ricorrente rivolta da chi arriva, poi, alla risposta, un gesto di sconforto.

Sindacati - Un appello a riprendere il servizio, a Roma e in altre città d'Italia, è stato rivolto ai tassisti dal segretario di Unica-Cgil taxi, Nicola Di Giacobbe e dal vicepresidente nazionale di Ugl, Alessandro Genovese. "Il Consiglio dei ministri" sul tema "è stato spostato al 19 gennaio. La battaglia sarà ancora lunga. Oggi continuerà il presidio sotto Palazzo Chigi, alcuni tassisti stanno riprendendo il servizio. Intanto aspettiamo di essere ricevuti dal governo per avere la certezza che la bozza circolata non sia quella definitiva", dice Nicola Di Giacobbe. "Come Ugl pensiamo che sarebbe opportuno riprendere il servizio perchè il blocco ci danneggia e non fa che inasprire i toni".

Turni taxi saltati - I turni di mattina dei tassisti di Roma, quello che va dalle 6 alle 13.30 e l'altro dalle 7 alle 14.30, sono praticamente saltati in seguito alle proteste. Fino alle ore 11 se si chiamava il 3570, che su 7.800 auto ne gestisce 3.500, rispondeva un disco registrato che diceva: "Gentile cliente siamo spiacenti ma in seguito a un'assemblea spontanea dei tassisti non siamo in grado di assicurare il servizio. Per i servizi minimi contattare lo 0666183371".

Protesta a Palazzo Chigi - Decine di tassisti protestano di fronte palazzo Chigi. "Mario Monti...scialla!". E' il cartello che un tassista sta mostrando al presidio che si sta svolgendo in piazza Colonna contro la bozza del governo Monti sulle liberalizzazioni". "Ma da noi che vogliono? - ha detto uno dei manifestanti - Qui non ci ascolta nessuno. Il problema è che Roma è come una torta e quindi più la dividi e meno mangi. Quindi se ti arrivano il doppio di tassisti è davvero un casino".

video Vista.tv
 
 

[13-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Tassisti in protesta"
  • "Le ragioni dello sciopero dei tassisti"
 
 
  CORRELATE