Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Roma - Bruxelles
 
» Prima Pagina » Roma - Bruxelles
 
 

Ue: cresce il Pil in Italia

La Commissione Ue ha alzato le stime di crescita del Pil in Italia: nel 2007 si dovrebbe infatti attestare all'1,9% (contro 1,4% previsto in autunno), e nel 2008 all'1,7% (dalla precedente previsione dell'1,4%). Rispetto alla media dell'Eurozona quest'anno il ritmo di crescita resta inferiore di 0,7%, nel 2008 di 0,8%.

Buone notizie anche per il deficit italiano, che quest'anno, secondo le 'previsioni di primavera' della Commissione, è ampiamente sotto il tetto del 3%, al 2,1%, mentre nel 2008 salirà di poco, al 2,2%. La precedente stima del disavanzo per quest'anno era del 2,9%. La previsione odierna è migliore anche di quella indicata dal governo nella Relazione unificata (2,3%).

Il debito pubblico, secondo Bruxelles, si attesterà infine al 105% nel 2007 e - a politiche invariate - al 103,1% nel 2008. A fronte di questi dati sicuramente migliori del previsto, la Commissione insiste però nel monito secondo il quale il 'tesoretto' non va speso ma utilizzato per ridurre il debito pubblico. "Ci sono forti pressioni - si legge nel rapporto - per redistribuire già nel 2007 parte del boom di entrate fiscali registrato nel 2006, anche se l'Italia è ancora lontana dal raggiungere gli obiettivi di medio termine di un equilibrio di bilancio che è necessario per ridurre il debito veramente alto ad un ritmo veloce prima dell'impatto di bilancio dovuto all'invecchiamento della popolazione".

[07-05-2007]

 
Lascia il tuo commento