Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Stazione Tiburtina: il piano mobilità dopo l'incendio

riprende il servizio metro, deviazioni per il trasporto regionale

Cessato l'allarme incendio, la città fa i conti con i disagi provocati dalla inagibilità della Stazione Tiburtina. Lunedì mattina, salvo controindicazioni dell'ultimo minuto, dal secondo scalo romano transiterà la metropolitana linea B quindi tutte le stazioni torneranno operative. Resterà non accessibile la stazione. Il comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Roma Massimiliano Gaddini, interpellato sulla possibilità di un crollo dell'edificio bruciato, ha risposto: "L'edificio risale agli anni '30 e brucia dalle 4 di stamattina, non possiamo escluderlo. Anche per questo non possiamo riaprire la stazione".

I treni Fr1 (Orte-Fara Sabina, Roma-Fiumicino aeroporto) non fermeranno a Tiburtina, passeranno solo 2 treni l'ora ma con numero doppio di vagoni: i pendolari della Fr1 che hanno necessità di utilizzare la metro A o la metro B potranno farlo a Tuscolana (linea A) o a Ostiense (linea B). Per quanto riguarda i treni Fr2 (Tivoli-Tiburtina), alcuni arriveranno fino a Termini altri limiteranno la corsa a Palmiro Togliatti. Da qui i passeggeri potranno utilizzare la linea di bus 451, potenziata da Atac, che consentirà di raggiungere la stazione metro B di Ponte Mammolo o la stazione metro A di Sub Augusta. I treni inter-regionali non proseguiranno oltre Orte. Da qui si potranno utilizzare i treni Fr1. Saranno attivati da Atac e dalla Protezione Civile quattro punti di informazione e assistenza agli utenti: Palmiro Togliatti, stazione Tuscolana, stazione Ostiense e Termini.

Esplicito il commento del sindaco Gianni Alemanno: "Questo brutto incidente creerà problemi per il prossimo mese". Giunto in stazione il sindaco ha ringrazioato "tutti coloro che hanno lavorato per spegnere questo incendio e ci sono riusciti. Adesso ci aspettiamo che le Ferrovie, i vigili, gli inquirenti, ci dicano le cause. Sembrerebbe che non ci siano cause dolose però bisogna aspettare che i vigili entrino dentro i condotti".



 
 

[25-07-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE