Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Orgoglio gay, Europride a Roma

Lady Gaga si esibisce al Circo Massimo

Roma si tinge dei colori dell'arcobaleno, è l'Europride. Il grande corteo della comunità gay, lesbo, trans è partito alle 16 da piazza della Repubblica. Centinaia di migliaia di persone hanno sfilato attraverso via delle Terme di Diocleziano, via Cavour, Esquilino, Fori Imperiali e Colosseo. Sono stati 39 in tutto i carri portati in piazza, tra cui uno dell'Idv e uno dei Radicali, per le vie del centro vietate al traffico.

Una marcia colorata, a tratti eccessiva, trasgressiva e sulle note della madrina, l'istrionica Lady Gaga, con l'obiettivo di superare il "gap antistorico" basato su un orientamento sessuale che discrimina ed emargina. Roma, città tollerante aveva anticipato il sindaco Gianni Alemanno, ha accolto la comunità rainbow che ha invaso le strade del centro con i costumi osè delle drag queen, i manifesti di Amnesty International, i genitori di figli gay, i figli di genitori dello stesso sesso, il composito mondo dei trans, gli attivisti omosessuali insieme a quegli etero venuti a sostenere una "giusta causa". Il tutto nello stile inconfondibile dei pride, reso più speciale quest'anno dalla partecipazione di un ospite d'eccezione: la pop star Lady Gaga.

La pop star americana si è esibita sul palco del Circo Massimo indossando una parrucca verde ed un vestito vintage Versace. "Oggi e ogni giorno combattiamo per la giustizia perchè vogliamo piena uguaglianza" -ha detto la postar-. "Vogliamo essere attori di un grande cambiamento. Alzate le mani, questa non è solo una festa, è veramente l'essenza dei diritti fondamentali. Siamo qui oggi per difendere l'amore - ha proseguito Lady Gaga - È un grande onore per me essere qui oggi. Voglio dire grazie ai politici, al sindaco Alemanno - ha detto suscitando una lieve protesta tra il pubblico - Non vogliamo essere trattati se non da esseri umani. Dobbiamo porre fine alla discriminazione, all'ignoranza".
 
 

[11-06-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE