Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Droga, scoperta tratta Roma - Boston

66 arresti, trasportavano la cocaina in doppi fondi di casse

Nascondevano la cocaina nel doppiofondo di casse che trasportavano statuette decorative. La droga, partiva dalla Colombia e arrivava a Roma dove ad attenderla a Fiumicino c'erano due dipendenti di società di import che la ritiravano nell'area Cargo con bolle d'accompagnamento e ordini di acquisto intestate a false aziende della capitale.

Un percorso opposto era previsto per il denaro. Cinque libanesi - al momento sotto mandato di cattura europeo - venivano a Roma dove prelevavano borsoni da circa 400 mila euro ognuna. I cinque, che alloggiavano in alberghi di lusso a via Veneto, prendevano le borse che contenevano banconote attaccate alle pellicole delle scarpe e le facevano arrivare in Sud America attraverso rotte che prevedevano scali a Beirut e in Germania. Era il modus operandi dell'organizzazione smantellata dalla squadra mobile di Roma al termine di un'indagine di 2 anni condotta in collaborazione con la Dea Statunitense che ha portato a 66 arresti di cui 14 in Italia. Il maxi-sequestro di cocaina, circa 225 chilogrammi, c'é stato nel maggio 2010 a Fiumicino e il processo in Italia è già in corso per 12 imputati. Sequestrati in totale beni per oltre 10 milioni di euro, tra cui due ville ai Castelli, un maneggio a Monterotondo e un negozio di abbigliamento sull'Appia. Sequestrati anche tre conti corrente a San Marino da 1,5 milioni aperti dalla moglie del capo dell'organizzazione italiana.

La Libia era una delle tappe attraverso cui 'passava' il denaro ricavato dall'organizzazione internazionale di narcotrafficanti. I soldi arrivavano attraverso corrieri che si occupavano poi del trasporto del contante. I proventi della vendita all'ingrosso della cocaina venivano in parte riciclati attraverso circuiti bancari.

Lungo la rotta Roma-Boston, i narcotrafficanti riciclavano in tutto il mondo milioni di euro, proventi del narcotraffico internazionale, attraverso banche, attività commerciali e costruzioni di ville di lusso. Il traffico di droga correva lungo le rotte che dalla Colombia portavano in Italia. Sono stati sequestrati oltre una tonnellata di cocaina, di cui 220 chili in Italia, beni e conti correnti per oltre dieci milioni di euro.
 
TAG: droga
 

[03-06-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Il video dell'operazione"
 
 
  CORRELATE