Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politikamente
 
» Prima Pagina » Politikamente
 
 

Profezia da Cardinale

Quando un prete comincia a parlare di "pelagianesimo" e di "neoscolastica", ci mette in soggezione. Quando un prete è un Cardinale, la soggezione diventa panico. Ma quando questo cardinale è tedesco, non ci resta -come sempre coi tedeschi - che la resa a discrezione. Proposizioni (perché quelle dei Cardinali non sono semplice frasi o passaggi, sono proposizioni) quali "la prima fondamentale ablatio necessaria alla Chiesa è l'atto della fede stessa, quell'atto che lacera le barriere dell'infinito" che, stando alle cronache, hanno portato in visibilio il popolo ciellino, a noi danno soltanto il senso umiliante della nostra pochezza.

Sono le prime righe dell'editoriale del Giornale datato 4 Settembre 1990, la firma è quella illustre di Indro Montanelli e il Cardinale tedesco a cui si riferisce l'articolo è proprio "lui", Papa Joseph Ratzinger, nel 90' Cardinale con la carica di Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.

Nel '90 l'allora cardinale tedesco si distaccò dalla Democrazia Cristiana. La Chiesa, pur dandole una mano in certe emergenze, non nascose mai la sua insofferenza verso quel partito di centro. Nel Settembre '90 avvenne il distacco della Chiesa dalla DC e da un sistema partitocratico, Montanelli scrive :"A un Papa polacco e a un Cardinale Tedesco cosa possono importare la Democrazia Cristiana e le sue vicende di portineria? Questo, naturalmente, Ratzinger non lo ha detto. Ce lo immaginiamo noi, andando sul sicuro."

Le parole di Ratzinger, nel '90, arrivano giusto un anno prima che scoppi lo scandalo di Tangentopoli.

A distanza di 17 anni, pochi giorni fa, durante la domenica delle palme, Ratzinger, nelle vesti di Benedetto XVI si è ripetuto sull'argomento. Questa volta usando una forma più comprensibile :"Può stare nel luogo santo chi ha mani innocenti e cuore puro - ha detto il Papa - mani innocenti sono mani che non vengono usate per atti di violenza, sono mani che non sono sporcate con la corruzioni e con tangenti." Ci risiamo, monito alle mazzette, nessun riferimento ad uno partito specifico, forse perché, questa volta, distinzione è difficile farne.

 
TAG: pasqua
 

[06-04-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE