Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Mercato Roma made in USA

Con DiBenedetto presidente probabile apertura al mercato americano

Che sia solo marketing o una vera e propria campagna di rafforzamento per ora non lo è dato a sapere, "Stiamo seguendo giocatori ovunque, e siamo ovviamente interessati anche ai prodotti americani - ha detto DiBenedetto -. Non posso chiaramente fare nomi, ma posso dire che vogliamo solo il meglio per la Roma".
I tifosi romanisti, escluso i derby non possono fare altro che dimenticare questa stagione e sperare che il mancato raggiungimento per il prossimo anno della champions league, con relativi bonus economici, non pesi sulle ambizioni della nuova dirigenza.

Dirigenza che ufficialmente dal 1 luglio avrà come direttore sportivo Walter Sabatini, annunciato nella notte dallo stesso DiBenedetto. Con Mexes al Milan, Menez(in rotta con Montella) che andrà via e un Borriello in bilico, dal portale ufficiale della Lega calcistica americana(mslssoccer.com) rimbalzano alcune voci riguardo possibili interessamenti della Roma ad alcuni giocatori statunitensi.

Il primo è il centrocampista Michael Bradley(classe '87), figlio di Bob Bradley tecnico della Nazionale USA. Dal 2008 di proprietà del Borussia Mönchengladbach è attualmente in prestito all'Aton Villa. In Nazionale, anche grazie alla gestione del padre, ha esordito il 28 marzo 2007 contro il Guatemala. Ad oggi è un punto fermo del centrocampo della Nazionale a stelle e strisce.

Landon Donovan(classe '82) è sicuramente il giocatore più conosciuto. Con 45 reti detiene il record come miglior realizzatore di tutti i tempi con la maglia della Nazionale statunitense. Attaccante estremamente versatile, il suo ruolo naturale è quello di centravanti o di seconda punta, ma gioca volentieri come trequartista o esterno di centrocampo. Possiede una grande velocità e un'ottima qualità tecnica, e si distingue sia come tiratore che come assist-man.
Ha tentato senza fortuna la carriera europea giocando in Germania con il Bayer Leverkusen e col Bayern Monaco e in Premier League con l'Everton, ma le sue doti si sono espresse solo in patria con il LA Galaxy e con la maglia della Nazionale.

Sul taccuino di Sabatini ci sarebbero anche Juan Agudelo, giovanissimo colombiano del '92 naturalizzato statunitense e attaccante dei New York Red Bulls; Timothy Chandler, esterno destro del Norimberga; Brad Guzan, portiere dell'Hull City e Sacha Kljestan, di origini serbe e centrocampista dell'Anderlecht. 



Vincenzo Samà
 
 

[18-05-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE