Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Come l'acqua per gli elefanti

di Francis Lawrence. Con Robert Pattinson, Christoph Waltz, Reese Witherspoon

di Clelia Verde

Nell'America della Grande Depressione, Jacob Jankowski è a un esame dalla laurea in medicina veterinaria quando un tragico incidente, in cui muoiono i genitori, sconvolge la sua vita. Lasciata la propria casa e abbandonata l'università, Jacob sale su un treno in corsa che si rivelerà un convoglio della carovana del circo dei fratelli Benzina dove troverà una nuova vita ma s’innamorerà della moglie del padrone.
   
Sarà che uno quando pensa al circo sul grande schermo va subito con la mente ai classici maledetti, che la sceneggiatura (scritta da Richard LaGravenese e tratta dall’omonimo best seller di Sara Gruen del 2006) è a dir poco scolastica, che non ne possiamo più dei protagonisti ormai anziani che vogliono raccontarci la loro storia all’inizio: per questi motivi e anche per tutti gli altri questo film non cattura.
   
La regia di Francis Lawrence è lenta e non coglie nella comunità circense, come nelle intenzioni del romanzo, l’opportunità di una metafora della società americana negli anni della crisi. Allo stesso modo non viene sfruttata l’ambiguità del circo e delle sue creature né la frustrazione del circense non meno prigioniero della sua vita nomade degli animali in gabbia. Al centro della vicenda, per orientarsi tra il bene ed il male, lo spettatore dovrebbe aggrapparsi a Rosie, la bella elefantessa che risponde solo a comandi in polacco e che viene addestrata violentemente dal proprietario del circo, il premio Oscar Christoph Waltz.

Alcune scene con il pachiderma sono effettivamente belle ma nessuna suggerisce la centralità del ruolo di questa creatura pura che non dimentica, che viene mortificato in favore di qualche posa sexy dell’elefantessa con l’altro premio Oscar del film, Reese Witherspoon, moglie del padrone ed unica stella del circo. E sì, il protagonista è la star interplanetaria Robert Pattinson, l’idolo indiscusso della saga di Twilight che ha per tutta la durata della pellicola un’espressione un po’ contrita ma nulla che suggerisca le intenzioni di un ragazzo americano degli anni ’30 costretto a rifarsi una vita. Il mondo è pieno di trucchi, suggerisce lo script. Ci crediamo.
 



votanti: 4
Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[06-05-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE