Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

La beatificazione attraverso i maxischermi

San Paolo, San Giovanni e altre piazza in città piene di fedeli

Piazzale san Paolo, piazza san Giovanni in Laterano, il Circo Massimo e altri 5 maxischermi allestiti dalla diocesi di Roma hanno permesso, anche a chi era lontano da piazza san Pietro, di vivere le emozioni della beatificazione di Giovanni Paolo II.

La città, sin dalla prime ore della mattina, è apparsa deserta, almeno nelle zone non interessate dagli eventi della celebrazione. I romani sembrano aver voluto seguire il consiglio del sindaco Alemano che aveva suggerito di fare una “Gita fuori porta” anziché rimanere in città.

Migliaia di pellegrini invece, da tutta Italia e da tutto il mondo, sono giunti a roma e pian piano hanno sfilato fino a piazza san Pietro. I 33 punti d’informazione dislocati nelle zone più affollate e all’uscita delle metro hanno distribuito cartine di Roma e il programma della beatificazione in più lingue.

Tra i fedeli accorsi in città c'è anche chi, nonostante sia arrivato alle prime luci dell’alba, ha dovuto rinunciare a raggiungere la zona del Vaticano, ripiegando così nel maxischermo di san Giovanni.
"Sono arrivato da Catania -racconta un signore sui 50 anni- da dalle 5:30 di mattina San Pietro era irraggiungibile, troppa gente, mi sono anche messo paura e quindi ho ripiegato nel maxischermo di San Giovanni".

Proprio a San Giovanni, poco dopo le 10:00 un grande applauso ha accolto Benedetto XVI, poco prima della celebrazione della messa. A San Paolo, subito dopo la proclamazione di Giovanni Paolo II a beato, c'è chi non è riuscito a trattenere le lacrime.

"Mi sono commossa - racconta Claudia - anche se non eravamo a San Pietro seguire l'evento dal maxischermo è stato allo stesso modo commovente, è stata una giornata speciale".
 
 

[02-05-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE