Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Stupro in caserma, sospesi i tre carabinieri

polemica tra la Municipale e il pd "il vigile urbano coinvolto andava sospeso"

Verranno risentiti in questi giorni i tre carabinieri della caserma del Quadraro, il vigile urbano e la donna di 32 anni originaria di Crema che ha denunciato la violenza sessuale.

Le versioni sono contrastanti e gli inquirenti devono ancora chiarire molti dettagli; la ragazza, fermata nella zona del Tuscolano, sostiene di esser stata violentata dai quattro; i tre militari ed il vigile urbano che era fuori servizio. Mentre due carabinieri negano lo stupro, invece un terzo ha ammesso il rapporto sessuale, dicendo che la donna era “consensiente”.

Il vigile urbano ha ammesso di “avere altri gusti sessuali” e di aver rifiutato le avance della donna. Insomma, mancano ancora troppi elementi per capire cosa sia accaduta la notte tra mercoledì e giovedì alla caserma del Quadraro, in via Cincinnato.

Intanto i tre carabinieri sono stati sospesi dal servizio, mentre il vigile urbano che appartiene al primo gruppo è stato tolto dalla viabilità cittadina e trasferito ad un servizio interno. Sulla mancata sospensione dell’agente municipale è scoppiata la polemica: il Pd ha chiesto a gran voce la sospensione del vigile urbano coinvolto nell'inchiesta. Il comandante della polizia municipale Angelo Giuliani ha replicato parlando di “giustizialismo sommario”.
 
 

[07-03-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE