Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Crisi in casa Atac, mancano le risorse per riparare i mezzi

Quintavalle: "Ogni giorno 15-18 autisti fermi nelle rimesse"

Crisi nera in casa Atac, il debito in un anno è cresciuto di 43 milioni di euro raggiungendo i 429 milioni e non ci sarebbero i fondi per pagare le riparazioni dei mezzi fermi nei depositi. Secondo il quotidiano La Repubblica ben il 36% delle vetture non esce più in strada perché mancano i soldi per pagare i pezzi di ricambio. Le imprese fornitrici hanno infatti smesso di erogare servizi, almeno finché l’azienda non salderà i debiti ed al momento a Roma girano 200 bus in meno rispetto al numero per garantire un servizio adeguato.

Per il consigliere Pd Athos De Luca è uno scandalo che va ricercato nella giunta passata, l’obiettivo di Marino nell’ultimo anno è stato quello di salvare il salvabile ed evitare la bancarotta o la svendita. Per la pasionaria, autista e sindacalista Atac Micaela Quintavalle non c’è niente di nuovo, ecco la situazione dei mezzi romani. "Ogni giorno nelle rimesse almeno 15-18 autoferrotranvieri non possono effettuare il loro servizio perché mancano i mezzi. -spiega Micaela Quintavalle, autista e sindacalista Atac-. Io porrei l'attenzione sui mezzi lunghi, ovvero quelli da 7-8 metri poiché fanno servizio soprattutto in zone di periferia e le corse sono state già ridotte all'osso. Nella mia rimessa abbiamo mezzi che hanno 7, 8 o 12 anni. Ci sono bus che hanno 800 o 900.000 chilometri. Domenica c'è stata la maratona Roma-Ostia ed i cittadini hanno viaggiato sulla Roma-Lido in condizioni disumane. I mezzi procedevano lentissimi e le corse non sono state potenziate".

[03-03-2015]

 
Lascia il tuo commento