Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Salario accessorio, riaperta la trattativa sindacati - Campidoglio

slitta al 1 gennaio l'entrata in vigore delle nuove norme

L’ennesimo sciopero dei dipendenti capitolini è scongiurato, almeno per il momento. L’accordo siglato nella notte in Campidoglio sull’annosa questione del salario accessorio ha infatti riaperto uno spiraglio nella trattativa tra sindacati ed amministrazione comunale.

I sindacati hanno ottenuto il congelamento dell’atto unilaterale sul nuovo contratto dei dipendenti capitolini e lo slittamento dell’entrata in vigore dell’atto dal 1 dicembre al 1 gennaio 2015.

Ma il confronto tra sindacati ed amministrazione andrà avanti nei prossimi giorni per arrivare ad una soluzione condivisa. Erano stati proprio i sindacati dei dipendenti capitolini ad aver chiesto il congelamento dell’atto unilaterale come condizione necessaria per riaprire le trattative. Maestre d’asilo, vigili urbani ed altri dipendenti capitolini ieri erano di nuovo sotto palazzo Senatorio per protestare contro il salario accessorio.

Almeno per il momento sembra allontanarsi l’ipotesi di nuove proteste e di uno sciopero che coinvolgerebbe i 24 mila dipendenti comunali, che solo pochi mesi fa, avevano paralizzato la città incrociando le braccia e protestando in massa fino in piazza del Campidoglio.

[28-11-2014]

 
Lascia il tuo commento