Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Metro C, ancora un rinvio. Slitta l'inaugurazione della prima tratta

fuori norma gli impianti, ancora non arriva l'ok del ministero dei Trasporti

A pochi giorni dall’inaugurazione arriva il colpo di scena. Sabato non ci sarà nessun taglio di nastro per la prima tratta della Metro C tra Pantano e Centocelle: si dovrà rimandare l’apertura delle 11 stazioni attese ormai da anni da cittadini e pendolari. Dopo l’accusa della Corte dei Conti di danno erariale di 360 milioni di euro per l’aumento dei costi dei lavori tra il 2006 ed il 2010, ecco un’altra “bocciatura” per la tanto agognata terza linea della metropolitana attesa soprattutto dai cittadini di Roma Est.

La Comisssione collaudo, istituita presso il ministero dei Trasporti, non ha ancora dato parere positivo per l’apertura e quindi bisogna rimandare il taglio di nastro. A rilevare problemi sull’impianto sono stati i vigili del fuoco che hanno valutato come “non adeguati” gli standard dei servizi della linea: quindi scale mobili, ascensori e soprattutto l’impianto anti-incendio. Secondo le simulazioni fatte, il dispositivo scatta quando non dovrebbe. Visto che la metro C non ha macchinisti ma bensì un sistema di conduzione automatica, non c’è nessuno che è in grado di comunicare che si tratta di falsi allarmi.

Tutto rimandato dunque, proprio quando si pensava fossero superati i principali problemi e tutto sembrava pronto per l’inaugurazione della prima tratta della linea della linea C. Uno stop che potrebbe durare poco: non più di qualche settimana. Almeno questo è l’augurio del Campidoglio.

[08-10-2014]

 
Lascia il tuo commento