Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rogo al liceo Socrate, indignato anche Napolitano

l'impegno delle istituzioni: dal 2 settembre riprenderā l'attivitā scolastica

Sarà una risposta rapida e senza esitazioni quella che le istituzioni daranno al rogo di venerdì notte al liceo Classico Socrate. Un incendio che ha scosso e indignato non solo studenti e residenti della Garbatella, ma anche il presidente della Repubblica. Questa mattina in via Padre Giuliani c'è stato il soprallugo dei tecnici regionali, dell’assessore capitolino alla scuola e del prefetto di Roma Pecoraro, che ha portato al preside la vicinanza del governo.  

Finiti gli esami di maturità, il liceo (noto per le proprie iniziative sociali e antiomofobia), era chiuso la notte del rogo. Oggi studenti, ex studenti e qualche genitore si sono radunati fuori dall’istituto per dimostrate la loro volontà di non farsi intimidire dagli autori del gesto.  "E' stata un'azione molto strana, che ancora stiamo cercando di comprendere, ma sicuramente vogliamo prendere le distanze da ciò che è stato scritto oggi sui giornali perché noi studenti non abbiamo accusato nessuno e non vogliamo fare gli investigatori". Lo ha detto il rappresentante d'istituto del liceo Socrate, Luca Brigida, che questa mattina ha partecipato al vertice con le istituzioni svoltosi all'interno della scuola. Ragionando sull'accaduto e sulla dinamica dell'incendio, lo studente ha aggiunto: "Secondo noi non è stata una sola persona ad agire perché si tratta di un'azione che richiederebbe una collaborazione. E' un piano studiato".

Avute le rassicurazioni sulla ripresa delle lezioni a settembre, per il preside Vicenzo Rudi rimangono gli interrogativi legati al movente dell’attentato incendiario. "Oggi si è tenuto questo incontro dove abbiamo avuto una relazione tecnica con la quale le istituzioni, tutte presenti, hanno preso l'impegno che i lavori partano in modo celere con fondi anche straordinari in modo da riprendere regolarmente l'attività scolastica il 2 settembre". Ha detto il preside del liceo Socrate, Vincenzo Rudi. Per quanto riguarda il movente dell'incendio ha commentato: "Le indagini sono in corso. Ovviamente non sappiamo chi o quanti abbiano compiuto questo atto incivile e criminale. Per adesso credo sia inutile parlare di matrice politica, sarebbe prematuro". Ci vorranno ancora 48 ore stabilire l’entità del danno, che ha riguardato l’intero piano intermedio.  quello che è certo è che dalle istutizioni locali arriveranno i fondi necessari al continuità scolastica.
 
TAG: socrate
 

[15-07-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE