Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Storie Metropolitane
 
» Prima Pagina » Storie Metropolitane
 
 

Cantiere in via Albalonga, trovati i fondi per il ripristino

la storia assurda dei lavori del parcheggio interrato bloccati da anni

215 mila euro per tornare alla “strada” di prima. E’ quanto è stato destinato per il ripristino di via Albalonga, a San Giovanni. Qui da più di due anni un cantiere fantasma per la realizzazione di un parcheggio interrato sta facendo impazzire gli abitanti della zona. I residenti devono fare i conti con degrado, abbandono, macchinari lasciati in strada, viabilità provvisoria ed un cantiere paralizzato. I lavori per la realizzazione del parcheggio interrato erano iniziati tre anni fa ma poi la ditta concessionaria è fallita, bloccando ogni attività.

"Questo è la prova che evidentemente la scelta del Comune non è stata felice puntando su questa ditta. -dice Sergio Tomassi, del comitato cittadini via Albalonga-. Ma non sono solo questi i problemi. Noi abbiamo dimostrato che il progetto realizzato dalla ditta che poi ha fallito era carente ed avrebbe messo in serio pericolo la stabilità dei nostri edifici. In più la somma fidiussoria che doveva essere disponibile per rimuovere il cantiere in realtà non c'era. Il Comune ci ha quindi spiegato che non c'erano i fondi per ripristinare la situazione come era prima poiché i titolari della società che detenevano questi soldi erano stati arrestati per truffa".

La realizzazione del parcheggio è stata cancellata con un’ordinanza del 29 ottobre scorso ma i residenti sono ancora esasperati. Molti commercianti hanno dovuto chiudere i battenti per il dimezzato afflusso di clienti, per l’apertura dell’inutile cantiere sono stati tagliati decine di alberi, i parcheggi sono stati ridotti, i marciapiedi accorciati.
La notizia dello stanziamento dei 215 mila euro per far tornare tutto come era prima non viene ben accolta da tutti; c'è chi crede che sia solo una trovata elettorale, chi è indignato invece per lo spreco di soldi pubblici.

"Questi 215.000 euro sono soldi nostri -dice un residente-. Possibile che si continui a buttare soldi pubblici così. Questi soldi serviranno a far tornare la strada a come era quattro anni fa. Ma noi le tasse, se vengono utilizzate in questo modo assurdo, che le paghiamo a fare?".





[12-04-2013]

 
Lascia il tuo commento