Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Storie Metropolitane
 
» Prima Pagina » Storie Metropolitane
 
 

Fiumicino, lavori alla scogliera del Faro

degrado e timori dei residenti. "Abbiamo paura di nuove mareggiate"

I lavori per rafforzare le scogliere sono partiti da poche ore al vecchio faro di Fiumicino ma appassionati pescatori in pensione e gestori del piccolo rimessaggio di barche già temono l’arrivo di nuove mareggiate come quelle di alcuni mesi scorsi. Basta un mare forza 4 infatti per inondare tutta la zona. Le scogliere artificiali, così come sono ora, non riescono a contenere la forza delle acque. Ecco il video di una delle mareggiate che documenta il pericolo corso dai cittadini.


video Luigi Gemito

"Certo che è pericoloso -racconta un diportista-. Ogni tre giorni c'è una mareggiata. C'è gente che ha perso tutto: macchina, casa. Appena c'è una maregiata il mare tracima ed invade tutto il porticciolo". Il rischio di essere inondati, secondo chi vive qui da decenni e conosce bene la zona, è dovuto ai lavori effettuati dalla Regione circa 5 anni fa. Quei lavori, secondo i residenti hanno peggiorato la situazione. "E' stata fatta una scogliera 5 anni fa -spiega il proprietario del rimessaggio di barche- ma hanno commesso l'errore di spostare più verso terra la seconda scogliera. Hanno così creato un canalone di 8 metri. Alla prima mareggiata questo si riempe e l'acqua si riversa verso di noi".

Ora le ruspe sono tornate nella zona del Vecchio Faro e passo della sentinella. I lavori sono di competenza dell’Ardis e dureranno circa 90 giorni. Lo scopo è quello di cercare di ripristinare la situazione originaria e di rafforzare la scogliera. Sarà anche saturato il canaletto che con i venti di scirocco trasporta l’acqua nei pressi dell’abitato di passo della sentinella. Nonostante l’inizio dei lavori chi vive qui è scoraggiato e stanco del degrado. Come quello del cantiere –sequestrato dalla finanza per un’inchiesta per frode in pubbliche forniture ed appropriazione indebita- del nuovo porto di Fiumicino che pare, più che altro, una discarica. Siamo a pochi chilometri da Roma eppur sembra l’altro mondo.

CANTIERE SEQUESTRATO NUOVO PORTO FIUMICINIO

[04-04-2013]

 
Lascia il tuo commento