Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

A piazza del Popolo l'ultimo saluto a Franco Califano

sulla sua lapide sarÓ scritto: "Non escludo un ritorno". Il 21 aprile omaggio del Campidoglio

Migliaia di persone hanno voluto dare l’ultimo saluto al “Califfo”. In una piazza del Popolo gremita di persone di tutte le età si sono svolti questa mattina i funerali di Franco Califano. Cantante, autore, uomo dalle molte contraddizioni, Califano ha fatto sognare con i suoi testi e la sua musica più di una generazione. Originario di Pagani, in provincia di Salerno, è stato cantore della romanità. Romano d’adozione, Califano è stato amato anche fuori dalla nostra città, apprezzato in tutta Italia ed anche all’estero.

La funzione si è svolta nella chiesa degli artisti. Sul feretro una maglia dell’Inter, squadra di cui lui era grande tifoso ed alcune foto che lo ritraggono col suo solare ed inimitabile sorriso. Oltre ai familiari, alla figlia Silvia e la Sorella Liliana tanti i volti noti dello spettacolo e della canzone italiana: da Renato Zero ad Amedeo Minghi, Lando Fiorini, Federico Zampaglione e l’amico Maurizio Mattioli. Ma la piazza, nonostante il violento acquazzone che si è abbattuto su chi attendeva, è rimasta sempre gremita. Tra i fan del Califfo anche molti giovani che sono voluti rimanere fino alla fine per dare l’ultimo saluto a Franco. Addirittura c’è chi è venuto appositamente dall’Austria. Poi non poteva mancare il ricordo della sua musica. In tanti hanno intonato una delle sue canzoni più famose.

Il cantautore sarà ora sepolto ad Ardea, accanto al fratello scomparso anni fa. Sulla sua lapide, come il titolo di una sua canzone, sarà scritto: “Non escludo un ritorno”. Il 21 aprile, durante il Natale di Roma, Il Campidoglio omaggerà Califano con uno speciale tributo.








 
 

[02-04-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE