Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Esplosione ad Anzio, l'incidente innescato da una fuga di gas

secondo la ricostruzione dei Vigili del Fuoco i tre si erano accorti della fuga di gas

Potrebbe essere stata una imperdonabile leggerezza ad aver innescato la deflagrazione che è costata la vita ad una donna ieri mattina a Lido delle Sirene, ad Anzio. A 24 ore di distanza dall’esplosione della villetta di via delle Petunie, la ricostruzione dei vigili del fuoco lascia spazio a pochi dubbi.  Micaela Verdila, sua figlia Loredana e Mauro Giovagnoli, i tre domestici entrati per fare le pulizie in vista di Pasqua, si erano accorti della fuga di gas. 

Hanno aperto tutte le finestre e per mezz’ora hanno fatto entrare aria pulita al piano terra. Credendosi ormai al sicuro, qualcuno, forse lo stesso giardiniere, avrebbe accesso la luce della cappa in cucina per iniziare i lavori. Dopo il click, il tremendo boato che ha fatto saltare in aria metà edificio.  Un’esplosione avvertita a distanza di alcuni isolati, che ha proiettato macerie e infissi della casa a decine di metri di distanza. Un morto e due feriti gravi sono un bilancio drammatico, che avrebbe potuto essere evitato con poche ma decisive precuzioni.
 
 

[28-03-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE