Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Chiesta perizia su Julien Monnet su dinamica incidente figlia

la piccola di quattro anni sbattè violentemente la testa all'Altare della Patria, finendo in coma

Si riapre, per iniziativa della Corte d'appello di Roma, il caso della bambina francese Luna Monnet che nel luglio del 2008, quando aveva 4 anni, andò in coma dopo aver battuto la testa sulla scalinata dell'altare della patria. I giudici, su richiesta della Procura generale ed anche dei difensori del padre della bambina hanno disposto una perizia collegiale per dichiarare se, come ha sostenuto Julien Monnet, la bambina gli cadde accidentalmente mentre l'aveva in braccio oppure se, come ha sostenuto la pubblica accusa, l'imputato che all'epoca faceva uso di psicofarmaci la fece sbattere più volte sui gradini dell'altare.

Per quei fatti la bimba fu ricoverata in ospedale mentre il padre finì in carcere e poi sotto processo per tentato omicidio. Monnet venne assolto perché incapace di intendere e di volere al momento del fatto. Rientrato da tempo in Francia, Monnet ha fatto Appello contro la sentenza per ottenere una piena assoluzione.

 
 

[22-03-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE