Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Indagine Fiumicino, arrestato Francesco Bellavista Caltagirone

reati ipotizzati di frode delle pubbliche forniture, appropriazione indebita e trasferimento fraudolento di denaro a terzi

Francesco Bellavista Caltagirone è stato arrestato dalla Guardia di Finanzia di Roma nell'ambito dell’indagine sul Porto di Fiumicino. La custodia cautelare in carcere, disposta dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Civitavecchia Chiara Gallo, arriva per i reati ipotizzati di frode delle pubbliche forniture, appropriazione indebita e trasferimento fraudolento di denaro a terzi.

Insieme a lui in manette anche un suo stretto collaboratore, Emanuele Giovagnoli, legale rappresentante di diritto di alcune società. Le indagini dell’operazione denominata Maremosso avevano già portato a Novembre all’iscrizione, nel registro degli indagati, di sette persone e al sequestro preventivo dell’intera area del cantiere.

Le indagini della polizia Tributaria di Roma sulla realizzazione del Porto della Concordia, destinato nella carta a diventare uno dei porti turistici più importanti d’Europa con una capacità di 1500 posti barca, hanno individuato un articolato meccanismo di frode. Una catena di appalti e subappalti avrebbero, secondo gli investigatori, portato al compimento dell’opera spendendo 100 milioni di euro, a fronte di un costo ipotizzato da parte della società affidataria pari a 400 milioni.


[19-03-2013]

 
Lascia il tuo commento