Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Indagini sul caso del bimbo abbandonato al McDonald's

ancora nessuna traccia della madre

Emanuele ha cinque giorni ed è ancora al Sant’Eugenio. Il piccolo sta bene ma i medici proseguono gli accertamenti per essere certi che la sua insolita nascita, in un bagno di un fast food, non abbia lasciato conseguenze. Emanuele è nato nel McDonald's di piazza Sturzo all’Eur dove l’ha lasciato la madre, che tutti ancora cercano. Venuto al mondo venerdì sera Emanuele è stato soccorso dai dipendenti del locale pochi minuti dopo l’abbandono.

Presto il Tribunale dei minori troverà una famiglia a cui affidarlo, tanti gli aspiranti genitori che hanno chiesto di adottarlo.
Mentre Emanuele aspetta che venga scelta la sua mamma, l’affetto non gli manca. Le infermiere e le puerpere del sant’Eugenio fanno a gara per occuparsi di lui.

Della donna che l’ha partorito, nonostante le ricerche siano partite subito, nessuna traccia. Eppure di lei ci sono persino le immagini riprese dalla telecamera a circuito chiuso del fast food. Con il suo gesto la donna ha già perso la potestà genitoriale e rischia la condanna per abbandono di minore o peggio per tentato infanticidio. Gli agenti del commissariato di zona indagano nell’ambiente della prostituzione, ma nessuno sembra conoscere la ragazza entrata in quel bagno ed uscita dopo soli 19 minuti.



 
 

[02-01-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE