luoghi-insoliti-di-roma

Ci sono molti luoghi insoliti di Roma, che mettono l’accento su questa città dalle mille risorse e sorprese. Si trovano mentre si cammina o mentre si prende un apertivo. Sono lontani dai classici che attirano i turisti e hanno una storia inedita da raccontare. Ecco dove andare.

Luoghi insoliti di Roma da conoscere

A Roma i luoghi insoliti non mancano e non stiamo parlando dei quartieri della street art, ma di spot alternativi che fanno la differenza:

  • Via Piccolomini

Questa è una via molto particolare da vedere a Roma, caratterizzata da giochi di prospettiva che lasciano letteralmente senza parole. I travel blogger la descrivono come uno dei luoghi più accattivanti che in pochi si rendono conto di oltrepassare.

In questo angolo di Roma siamo vicino alla Cupola di San Pietro, ed è una via molto lunga dove poter vedere questa meraviglia da entrambi i lati in lontananza. Man mano che si cammina, però, la Cupola sembrerà sempre più grande sino a sembrare molto grande.

È un gioco di prospettive che la città di Roma regala spesso e volentieri, create appositamente per divertire e divertirsi.

  • Chiesa di Sant’Ignazio

Ci troviamo a Roma centro ed è una struttura molto bella, da visitare anche se non si osserva questa religione. Il motivo è semplice, si resta stupiti della sua struttura e della sua originalità. Si trova vicino a Via del Corso e non è molto frequentata, con un esterno semplice e similare alle altre chiese che ci sono nei vari quartieri. Tuttavia, chi entra può confermare che la prospettiva cambia completamente.

I suoi affreschi sono unici e gli amanti dell’arte potranno nutrire la loro voglia di novità e di meraviglia raccontata attraverso i secoli. Su una volta è stata raffigurata da Andrea Pozzo, la Gloria di Sant’Ignazio. Da questo punto è possibile vedere il santo che si protrae sino ai confini del mondo per portare la grazia a Dio.

Il turista crederà di essere sopra un tetto con un panorama infinito. Pozzo ha voluto anche creare una finta Cupola, architettura studiata per dare l’impressione che sia vera e l’effetto è qualcosa di unico nel suo genere.

  • Buco della Serratura

Non è un semplice buco della serratura, ma è quello più famoso della Città di Roma. A soli 10 minuti dal Circo Massimo ai piedi del Colle Aventino. In questo buco si può assistere a qualcosa di unico: la vista sulla Cupola di San Pietro, creando il quadro perfetto che sembra quasi essere finto.

Qui c’è sempre coda, perché i turisti e i romani vogliono regalarsi un momento così particolare e affascinante anche più volte alla settimana.

  • EUR

È un quartiere moderno, all’avanguardia e nuovo. Non bisogna escluderlo perché è uno dei luoghi insoliti di Roma di assoluto interesse, nonché eccellenza conosciuta in ogni parte del mondo. Regala eleganza ed è decisamente diversa dal centro storico, non essendo un luogo che ha scritto la storia ma volta a mettere insieme i tasselli per il futuro.

Le aree verdi qui sono tantissime, così come il lago artificiale circondato dal parco che è perfetto per chi desidera passeggiare o avere un momento di relax. Sempre al parco è possibile camminare lungo la Passeggiata del Giappone, il percorso che costeggia tutti gli alberi di ciliegio Giapponese da ammirare soprattutto in primavera. Non è finita qui, infatti c’è anche un bellissimo Giardino delle Cascate con coreografie uniche e bellissime.

  • Fontana dell’Acqua Paola

Questa è una delle fontane di Roma tra le meno visitate, ma tra le più belle. Si trova al centro del Gianicolo e viene chiamata il Fontanone. Chi non ha mai avuto modo di vederla, potrà ammirarla nella prima scena del film La Grande Bellezza.

Da qui, la vista su Roma è bellissima soprattutto durante le ore del tramonto. Si può scegliere una terrazza e godere del momento.

  • Quartiere Coppedè

Un nome insolito per un quartiere di Roma? Forse perché è una zona non frequentata dai turisti e molto lontana dal centro storico. Tuttavia, vale la pena fare qualche passo in più per scoprire questa zona che racchiude l’arte medievale, barocca, gotica e greca.

Un piccolo angolo dove c’è storia e arte che si fondono, oltre che ricordi meravigliosi come quando i Beatles hanno tenuto un concerto proprio qui vicino. Tra i posti da vedere c’è il Villino delle fate, con la sua struttura particolare e asimmetrica che sembra essere uscita dal mondo delle fiabe. Insomma, un luogo meraviglioso e diverso dal solito, per scattare foto e credere di essere in qualche magico mondo parallelo.

  • Mausoleo Ossario Garibaldino

Vicino alla fontana dell’Acqua Paola si trova questo monumento, progettato da Giovanni Jacobucci. È un omaggio per tutti i soldati che hanno difeso e combattuto per la Repubblica Italia ed è situato nel punto dove – nel 1849 – c’è stata l’ultima difesa contro i francesi capitanata da Giuseppe Garibaldi.

L’Italia esiste anche grazie a questi soldati che hanno perso la vita e combattuto per la sua creazione. Non è vicino al centro storico, ma ne vale veramente la pena.

  • Orologio ad Acqua

L’orologio ad acqua di Villa Borghese  è un vero gioiellino da vedere e vivere. Come si intuisce, questo è un orologio che funziona con la forza dell’acqua fondamentale per mettere insieme il processo di funzionamento tra ingranaggi e pendolo. La sua costruzione è avvenuta nel 1867 e la storia si può dire di averla scritta direttamente.

Da osservare anche le decorazioni che rimandano alla foresta e al verde, che a Villa Borghese di certo non manca.