Polizia Locale Roma Capitale: chi sarà il nuovo comandante

È stato annunciato da poco il nuovo comandante della Polizia Locale di Roma Capitale, si attende la conferma entro il 31.

Auto della Polizia di Roma
Auto della Polizia di Roma (CorriereRomano.it)

Poche ore fa è stata annunciata la nomina per il nuovo comandante della Polizia Locale di Roma Capitale, andata a Mario De Sclavis, la cui ufficialità a prevista entro il 31 dicembre. 65enne, lo storico comandante dovrà riorganizzare tutto il corpo delle Forze dell’Ordine romane, un’impresa resa ancora più complessa per via del prossimo Giubileo.

Mario De Sclavis andrà a sostituire Ugo Angeloni, che rientrerà nella Polizia di Stato dopo tre anni. Si attende solo l’ufficialità da parte del Sindaco Gualtieri. De Sclavis si è fatto valere quando ha saputo gestire in modo efficiente l’emergenza rifiuti nella Capitale, riuscendo a trovare delle soluzioni per tamponare le falle degli ultimi mesi, anche se il nuovo piano di gestione rifiuti è ancora a rischio, specie dopo l’incendio di Malagrotta.

Il nuovo comandante della Polizia Locale di Roma Capitale: si chiama Mario De Sclavis

Pattuglia della Polizia
Pattuglia della Polizia (CorriereRomano.it)

I cantiere per la costruzione della nuova fermata della metro, sotto Pizza Venezia, e gli altri cantieri sparsi per la città, che hanno causato grande disagio per i cittadini, sono stati gestiti proprio da De Sclavis, il quale è riuscito a intervenire in modo egregio, insieme alla sua squadra, per evitare il peggio. Gualtieri, proprio in previsione dell’apertura di nuovi cantieri, avrebbe deciso di richiedere l’intervento di De Sclavis.

Gestire l’intero Corpo della Polizia di Roma Capitale è una complessa impresa, l’emergenza rifiuti, i cantieri aperti e la viabilità continuamente compromessa, oppure la perenne carenza di organico, sono tutti temi che De Scalvis dovrà affrontare. Ma non solo, perché si chiede alla Polizia Locale di pattugliare ogni municipio, e di mantenere una presenza costante su tutto il territorio della città.

Le problematiche da risolvere in città

Il nuovo comandante dovrà saper gestire meglio l’intero organico, comunicare con i vari Municipi e comunicare con i vari gruppi speciali, come ad esempio quello della Sicurezza pubblica emergenziale, che con Angeloni era stato ridotto, per supportare i controlli soprattutto nell’area centrale di Roma, a scapito della sicurezza nelle periferie.

Oppure, il Nad, il Nucleo Ambiente e Decoro, completamente limitato negli ultimi anni. Insomma, De Sclavis avrà tanto lavoro da svolgere e diverse problematiche da risolvere. Dopo il critico rapporto tra il Sindaco e Angeloni, ci si aspetta che Primo Cittadino e nuovo comandante, ora, possano collaborare in sinergia, comunicare meglio, e lavorare per il bene di tutti.

Con la scadenza del mandato di Angeloni e l’arrivo del Giubileo, si richiede un approccio totalmente diverso, e si spera in meglio. Lo spera anche il Campidoglio, puntando su un rinnovo “concettuale” della Polizia Locale, in vista del prossimo Giubileo, nel 2025.

Impostazioni privacy