Vicino Roma esiste una città sospesa nel vuoto: come visitare Civita di Bagnoregio

Vicino Roma è custodita una città sospesa nel vuoto: si tratta del borgo Civita di Bagnoregio, ricco di fascino, animato da architetture mozzafiato e da panorami incredibili.

Civita di Bagnoregio
Civita di Bagnoregio, lo splendido borgo (Corriereromano.it)

Tra le città più amate in assoluto, Roma ha un posto d’onore. La città eterna è un concentrato di fascino senza tempo ed è contraddistinta da un patrimonio artistico immenso, tra architettura da batticuore, musei con opere incredibili e reperti storici suggestivi.

La Capitale non è solo incredibile con le sue bellezze, ma anche le zone intorno: tra queste spicca Civita di Bagnoregio, una location suggestiva, collocata tra il Lago di Bolesena e Orvieto.

Dalle origini medioevali ed etrusche, questo luogo magico è un borgo pittoresco, tra i più suggestivi dello Stivale (scopri qui cosa c’è sotto la Fontana di Trevi). Scopriamone tutti i dettagli.

Civita di Bagnoregio, il borgo nel Viterbese nel segno della bellezza: le caratteristiche

Civita di Bagnoregio, il borgo
Civita di Bagnoregio (Corriereromano.it)

Definita anche come “la città che muore”, Civita di Bagnoregio è un comune nel Viterbese, capace di catalizzare turisti da ogni parte del mondo.

Questo borgo incantato fonda le sue origini 2.500 anni fa ed è nato per mano degli etruschi. Posto nella Valle dei Calanchi, per la sua posizione ottimale questo luogo nel tempo ha rappresentato un importante snodo commerciale. Oggi perla di storia, di arte e bellezza, il borgo è raggiungibile percorrendo un ponte sospeso in cemento, lungo 300 metri.

Frazione del comune di Bagnoregio, la città conta di una decina di abitanti: vista la sua unicità, è stata annoverata tra  Borghi più belli d’Italia (qui ti abbiamo delle 3 mete da vedere quando a Roma piove).

Civita di Bagnoregio: cosa vedere

Tra le attrazioni di Civita di Bagnoregio più incredibili da visitare c’è la Porta San Maria, imponente monumento, contraddistinto da una coppia di leoni. Altro gioiello è la via San Maria, che porta alla suggestiva chiesa di San Donato, soggetta a un’operazione di restauro nel XVI secolo, all’interno del quale si trova un Crocefisso ligneo quattrocentesco e un meraviglioso affresco della scuola del Perugino.

Tra le altre bellezze, ci sono gli stupendi palazzi rinascimentali e inoltre lo stupendo Museo Antica Civitas. Dalle cassette super suggestive alle viuzze romantiche, camminare per il borgo è come calarsi in una fiaba. Altro aspetto meraviglioso sono le viste mozzafiato: in particolare salendo per la Rupe Orientale si ammira lo spettacolare Ponticelli, ovvero un muraglione realizzato in argilla.

Oltre alle bellezze, nel borgo sono custoditi localini, trattorie e locali tipici nonché negozi nel segno dell’artigianato e suggestivi bed & breakfast.

Impostazioni privacy