Altro che panettone, Roma ha un primato eccezionale: è suo il dolce natalizio più antico

A Roma il dolce natalizio tipico delle feste non è il Panettone, ma il Pangiallo: una vera bontà che si prepara in poche mosse, che delizia!

pangiallo come si fa
La ricetta tradizionale del dolce natalizio romano più amato: il Pangiallo è una bontà – CorriereRomano.it

Mancano pochissimi giorni al Natale e ormai la maggior parte delle persone ha il menu bello pronto per essere preparato. Si sa che durante le festività natalizie si mangia sempre moltissimo e piatti di ogni tipo, sia dolci che salati. Ma più che i piatti salati come antipasti, primi e secondi, sono i dolci ad essere i veri protagonisti delle festività. I più conosciuti sono senza ombra di dubbio Panettone, Pandoro e Torrone, ma in realtà di dolci natalizi ce ne sono a migliaia e molti sono legati alla tradizione culinaria della regione in cui nascono. Oggi infatti, voglio parlarti di un dolce tipico del Lazio che in molti non conoscono: si tratta del Pangiallo.

Pangiallo: il dolce natalizio romano di cui non vorrai più fare a meno

dolce laziale natale
Fetta di Pangiallo su un tagliere di legno – CorriereRomano.it

Ma partiamo dal principio, il Pangiallo romano è un dolce natalizio ricco di storia, con radici nell’antica Roma, precisamente durante l’era imperiale. Si narra che venisse preparato dalle massaie nel giorno del solstizio d’inverno. Si chiama Pangiallo poiché l’esterno ha una colorazione giallastra grazie all’utilizzo dello zafferano.

Esistono molte ricette e varianti del Pangiallo, si utilizzano ingredienti e profumi ricchi e avvolgenti. Alcune persone aggiungono dei pezzetti di cioccolato, altri i pistacchi, altri i fichi secchi. La ricetta che ti insegno oggi è quella tradizionale con miele, farina e pochissimi altri ingredienti che insieme creeranno un sapore unico e super invitante. Per prima cosa, scopriamo quali ingredienti ti occorrono per realizzare questo dolce delizioso, partiamo da quello che ti serve per l’impasto:

  • 150 g di farina tipo 00.
  • 130 g di miele.
  • 100 g di noci, mandorle e nocciole (quindi 300 g in tutto).
  • 60 g di pinoli.
  • 100 g di cioccolato fondente.
  • 60 g di arancia candita.

Per la copertura avrai bisogno di:

  • 1 bustina di zafferano.
  • 1/2 bicchiere di farina 00.
  • 1/2 bicchiere di miele.
  • 1/2 cucchiaio di acqua.

Ora che sai quali sono gli ingredienti di cui hai bisogno, vediamo come si prepara. Non preoccuparti, la ricetta del Pangiallo è davvero semplicissima, poche mosse e sarà subito pronto per essere assaporato. Ti basterà semplicemente seguire questi piccoli passaggi:

  1. Per prima cosa, versa il miele in un pentolino. Scalda a fiamma molto bassa.
  2. In una terrina, metti tutta la frutta secca, l’arancia candita e il cioccolato tagliato a pezzettini.
  3. Unisci anche il miele caldo e mescola.
  4. Unisci la farina un po’ alla volta e mescola per farla assorbire completamente.
  5. Devi ottenere un impasto denso.
  6. Poi copri con un panno e lascia a riposo per un paio di ore.
  7. Riprendi l’impasto, adagialo sul piano di lavoro unto con un po’ di olio.
  8. Modella due panetti.
  9. Metti della carta da forno su una teglia e sistemaci sopra i due panetti.
  10. Ora, prepara la copertura. In un pentolino unisci acqua, zafferano, farina e miele.
  11. Cuoci a fiamma bassa per qualche minuto, devi ottenere una pastella gialla.
  12. Spalma la pastella sulle superfici dei due panetti.
  13. Inforna e cuoci in forno statico preriscaldato a 170°C per circa 40 minuti.

Trascorso il tempo necessario sforna, avvolgi in Pangiallo in un foglio di pellicola e lascia raffreddare. Fai riposare 2 giorni prima di gustarlo. Le feste natalizie saranno proprio speciali quest’anno grazie a questa ricetta antica e buonissima.

Buon appetito!

Impostazioni privacy