Spugna da cucina, non solo per lavare i piatti: i trucchi che ancora non conosci

Le spugne da cucina sono elementi estremamente duttili, le puoi anche mettere in frigo per salvare la tua frutta!

Spugna da cucina, non solo per lavare i piatti
Come usare una spugna per piatti (CorriereRomano.it)

Per la pulizia della nostra casa molto spesso ci affidiamo ai prodotti più bizzarri e costosi, tralasciando però che molto spesso la soluzione ai problemi più comuni è proprio sotto i nostri occhi. In questo senso uno degli aiutanti più comuni è la classica spugnetta per lavare i piatti, un prodotto economico e che si presta a molteplici utilizzi che magari non avevamo mai pensato. Questo accessorio si può tagliare e modellare per divenire uno degli strumenti più pratici in ambito della pulizia ma non solo, visto che potremmo sfruttare la sua trama particolare anche per aumentare la durata della nostra frutta e verdura, cancellando gli sprechi e risparmiando denaro.

Spugnette dai mille usi, se le tagli o le metti in frigo dove terranno un alleato preziosissimo!

Spugna da cucina, non solo per lavare i piatti
mettere spugna nel cassetto della frutta e verdura in frigo (CorriereRomano.it)

Ognuno di noi avrà in casa il classico pacco da 10 spugnette per i piatti, una soluzione economica ed efficiente per far risplendere in un attimo le stoviglie, ma che potremmo utilizzare praticamente ovunque. Al di là della loro funzione primaria infatti, la trama particolare di queste spugnette le rende perfette per qualsiasi altro tipo di pulizia, ma non solo. Inserendo due spugnette nel cassetto del frigo in cui teniamo frutta e verdura, infatti, questo accessorio farà diminuire la deperibilità di questi alimenti, spesso attaccati dalle muffe per via dell’umidità. Inserire qualche spugnetta in questo vano farà sì che proprio l’umidità in eccesso venga assorbita e regolata, creando così un’ambiente più stabile in cui i tuoi alimenti dureranno molto di più!

Sicuramente questo utilizzo delle spugnette è poco noto, tornando alla pulizia, però, potremmo sfruttarle anche per pulire posti inaccessibili, semplicemente tagliandone una a metà e stringendo una fascetta al suo centro. Fatta questa operazione otterremo una graziosa “farfallina” che potrà insidierai negli angoli più inarrivabili come tra gli elementi dei termosifoni, basterà bagnare la spugna con acqua e sapone, strizzarla e tirarla su e giù grazie alla fascetta e lo sporco verrà via rendendo l’ambiente più salubre per tutti.

Spugna da cucina, non solo per lavare i piatti
Trasformare la spugna a farfalla per pulire termosifoni (CorriereRomano.it)

Anche inserire un paio di spugnette durante il lavaggio in lavatrice può essere un’idea per niente male, sapete il perché? Queste possono essere usate per distribuire meglio l’ammorbidente e svolgere al tempo stesso la duplice funzione di trattenere i peli ed i capelli sula parte più ruvida. Coloro che amano profumare i panni in asciugatrice, invece, possono utilizzare le spugne spruzzate con qualche goccia di profumatore, queste inserite insieme ai vestiti da asciugare faranno sì che questi escano uniformemente profumati, permettendovi di sprecare al tempo stesso anche meno prodotto.

Infine anche per pulire gli infissi , soprattutto tra la guarnizione, potremmo tagliare la spugna facendo si che questa possa entrare perfettamente negli spazi più profondi, oppure utilizzare la sua parte ruvida come un pettine formidabile per togliere i pelucchi dai maglioni. Ovviamente questi sono solo alcuni degli utilizzo che possiamo fare di questo economico prodotto, accendendo la nostra fantasia sicuramente escogiteremo altri sistemi pratici per sfruttare il potenziale pulente delle spugnette e rendere le nostre faccende di casa più semplici e meno dispendiose.

Impostazioni privacy