Sanremo 2024, Mediaset lancia la sfida: Signorini contro Amadeus

Sanremo 2024, Mediaset pronta alla sfida dello share: contro Amadeus Pier Silvio Berlusconi schiera la doppietta di Signorini. Resta però un nodo da sciogliere

C’è grande fermento in Rai, dopo la decisione di chiudere ben due programmi, per la preparazione di Sanremo 2024. Amadeus in questo periodo è super impegnato per organizzare tutto nei minimi dettagli per la sua quarta, e forse ultima, volta all’Ariston. Ora che si conoscono i nomi che affiancheranno il direttore artistico nelle cinque puntate, l’attenzione è tutta rivolta ai big in gara che saranno annunciati nella serata del 3 dicembre come ormai è consuetudine nel corso del tg1.

Dal canto suo Mediaset non resta a guardare ma si prepara alla “controffensiva” con una definizione ad hoc del palinsesto. A parlare di questo è stato l’Ad Pier Silvio Berlusconi che ha spiegato il piano da mettere in atto per sfidarsi contro Amadeus.

Sanremo 2024, Mediaset cosa propone in quella settimana

Pier Silvio Berlusconi
Pier Silvio Berlusconi parla della controprogrammazione Mediaset per Sanremo 2024 (Corriereromano.it)

Nessun stop in Mediaset per i giorni di Sanremo 2024. Un punto che Pier Silvio Berlusconi ha tenuto a precisare nel corso di un’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano. Già pronta una controprogrammazione per la quale “Italia1 e Retequattro continueranno la loro programmazione…” come di consuetudini senza cambi o stop dei programmi.

Per Canale 5, invece, Berlusconi ha sottolineato che a scontrarsi con Amadeus sarà anche quest’anno Alfonso Signorini con il suo “Grande Fratello”. Doppio appuntamento del reality show previsto per la settimana del Festival e nessun cambiamento in vista. Già lo scorso anno il direttore editoriale di Chi che recentemente ha lasciato l’ordine dei giornalisti, aveva portato avanti la sfida con risultati che non erano però riusciti a far primeggiare Mediaset sullo share. Al momento, ha precisato, l’Ad del Biscione, resta solo un nodo da sciogliere.

E Maria De Filippi?

Il dubbio, al momento, per Mediaset resta quello di “C’è posta per Te” di Maria De Filippi. La queen della tv accetterà nuovamente di mettersi in gioco contro Amadeus? Lo scorso anno lo aveva fatto ed il suo storico programma del sabato sera, da sempre da record, aveva fatto registrare il dato più basso in 26 edizioni (2 milioni e 652 mila spettatori a casa con il 12.3% di share). “C’è da capire con Maria De Filippi se vogliamo anche continuare con ‘C’è posta per Te‘ in quella settimana…” ha spiegato Berlusconi che, soddisfatto ed orgolgioso per gli ottimi ascolti raccolti dalla programmazione in corso, per il momento sulla serata del sabato non si è sbilanciato in attesa di confrontarsi con la presentatrice e titolare della Fascino, casa di produzione che si occupa del programma.

Impostazioni privacy