Ricette mediche, i farmaci prescritti solo con quelle digitali: come funzionerà

Addio alle classiche ricette mediche cartacee, arrivano quelle digitali, più comode e anti spreco: approvato il nuovo disegno di legge.

Ricetta del medico
Ricetta del medico (Corriereromano.it)

Il nuovo disegno di legge prevede la rinuncia alle ricette tradizionali cartacee, un tempo il simbolo stesso della pratica medica. Dal prossimo anno, infatti, il sistema delle prescrizioni mediche passerà totalmente al digitale, per abbattere gli sprechi di carta e velocizzare e rendere più comoda la comunicazione tra medico e paziente.

Si tratta di un’innovazione già introdotta da una paio di anni, dopo il periodo pandemico, e che ora viene accolta in maniera definitiva per adeguarsi ai tempi e a una comunicazione ormai diventata velocissima, sveltendo molti passaggi. La digitalizzazione delle ricette è destinata a coprire tutte le forme di prescrizione, quindi sarà possibile usarla per qualsiasi tipo di farmaco.

Rivoluzione nella prescrizione medica: confermate le ricette mediche digitali

Ricetta medica consegnata al farmacista
Ricetta medica consegnata al farmacista (Corriereromano.it)

L’articolo 4 del nuovo disegno di legge stabilisce il nuovo approccio digitale per ogni forma di prescrizione medica e per i trattamenti terapeutici, i servizi riabilitativi e i presidi per i pazienti cronici e con malattie invalidanti. Dunque, la digitalizzazione sarà obbligatoria sia per le prescrizioni mediche legate al Servizio Sanitario Nazionale, sia per i farmaci non rimborsati dallo Stato.

Tra l’altro, proprio per quanto riguarda pazienti con invalidità e con malattie croniche, è prevista anche la ripetibilità della ricetta in forma digitale e in modo automatico. Si tratta di una svolta, perché velocizza le pratiche ed è anche molto più comodo per tutti i cittadini, i quali non sono più costretti a recarsi allo studio medico per ottenere una nuova prescrizione.

Con una sola prescrizione sarà possibile ottenere le confezioni di farmaci necessarie per un anno intero. Nella ricetta, inoltre, non sarà più presente il nome del paziente, ma soltanto il suo Codice Fiscale. Ma la digitalizzazione favorirà anche il lavoro del medico, il quale potrà cambiare direttamente al computer la terapia in corso, basandosi sulle esigenze individuali del paziente.

Addio alla ricetta cartacea, il futuro è digitale

La ricetta digitale viene inviata in tempo reale, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, dunque sia il medico che il paziente ne possono usufruire all’occorrenza. È una grande opportunità, specie si si è lontani da casa, magari durante una vacanza, e si necessita di particolare medicinali, e sia quando lo studio medico è chiuso, permettendo al medico di comunicare con paziente in casi di emergenza.

Il Codice alfanumerico di 15 cifre che comparirà sulla ricetta digitale andrà a sostituire il codice a barre della ricetta cartacea. La ricetta potrà essere inviata tramite mail, SMS o tramite altri mezzi di comunicazione. La ricetta potrà essere utilizzata in tutta Italia, permettendo ai pazienti di ritirare i medicinali presso qualsiasi farmacia, senza dover pagare il prezzo intero dei farmaci, come avveniva con la ricetta rossa utilizzata fuori dalla propria regione.

Impostazioni privacy