Panettone (non artigianale), il più buono costa 5€: lo trovi al supermercato

Il panettone è il dolce di Natale per eccellenza: ma quanti dilemmi crea la scelta al supermercato, vista la grandissima varietà che oggigiorno viene proposta? Capiamo insieme quale sia il più buono tra quelli non artigianali. 

panettone non artigianale più buono supermercato
Panettone (Corriereromano.it)

Oggi, tra le corsie del supermercato, troviamo una varietà incredibilmente vasta di panettoni non artigianali: ma quale sarà veramente il più buono? A Natale, sulle tavole degli italiani un panettone non manca mai: dolce per eccellenza, che sia acquistato per sé stessi o da portare in regalo a chi ci ospita, viene sempre apprezzato. E’ un vero e proprio must have della nostra tradizione culinaria natalizia.

Proprio per l’importanza che gli viene attribuita, è fondamentale che sia buono e gustoso, permettendo di concludere il pranzo o il cenone delle feste con soddisfazione. Ma tra tutti quelli proposti nei negozi, quale merita veramente di essere acquistato? Il più buono tra i non artigianali costa solamente 5 euro, un prezzo decisamente basso rispetto agli standard di oggi. Non è necessario un investimento importante per un buon panettone: talvolta basta mantenersi sul classico e spendere poco per soddisfare la richiesta, senza far mancare a tavola una delizia culinaria apprezzata da grandi e piccini.

Panettone non artigianale: bastano solo 5 euro per comprare il più buono

panettone non artigianale più buono supermercato
Panettone (Corriereromano.it)

A garantire la bontà e la qualità del panettone da 5 euro è una classifica di Altroconsumo: ha analizzato panettoni e pandori tra tutti quelli che oggi popolano gli scaffali di ogni supermercato. Tra i pandori, ad esempio, il podio è stato occupato da “Il Magnifico” delle Tre Marie. In quanto ai panettoni, invece, si aggiudica il titolo di miglior panettone non artigianale quello dell’Esselunga, “Le Grazie“.

Altroconsumo ha deciso di condurre l’indagine per aiutare i consumatori nella scelta ideale e anche per invitarli a non lasciarsi condizionare dai prezzi. Un prezzo elevato non è sempre sinonimo di qualità. Lo dimostra prendendo in esame 12 diverse etichette di panettoni da analizzare in laboratorio per verificarne le qualità fisiche ed eventuali difformità. Alla valutazione tecnica è stata accompagnata anche la prova d’assaggio, condotta da due giurie di pasticceri e consumatori, alle quali spettava il compito di giudicare sapore, aspetto e consistenza del prodotto.

Il massimo punteggio è stato conferito a “Le Grazie” dell’Esselunga, in vendita al prezzo di 4,99€ per 1 kg. Contiene solo burro (per un minimo del 16%) e non altri grassi, tuorlo d’uovo per il 4%, canditi ed uvetta per il 20% del peso. In quanto al resto del podio, vediamo al secondo posto il panettone classico della Coop a 6,18€ al kg e il panettone milanese della Vergani al terzo posto, al prezzo di 11,90€ al kg.

Impostazioni privacy