Nel fritto alla romana non possono mancare i fiori di zucca: imbottiti come piace alla nonna

Il fritto a Roma è una vera arte che abbraccia diversi prodotti tra i quali spiccano i fiori di zucca, ma come renderli perfetti?

Nel fritto alla romana non possono mancare i fiori di zucca
fiori fritti alla romana (Corriereromano.it)

Sono tante le ricette della tradizione romana che sono in grado di appagare anche i palati più esigenti, per lo più ricette semplici molte volte ma in grado di creare vere e proprie esplosioni di gusto. Questa volta non stiamo parlando però di carbonara, cacio e pepe, amatriciana, trippa al sugo o coda alla vaccinara, parliamo però dei classici fritti di Roma tra i quali spiccano i fiori di zucca.

Questa perla di sapore e gusto può essere portata in tavola anche dai meno esperti, tenendo in mente che il metodo della frittura già di per sé è in grado di rendere gustosa anche la pietanza meno particolare. Per dei fiori di zucca fritti degni di uno chef, tuttavia, esiste qualche segreto da conoscere.

I fiori di zucca perfetti li fai solo in questo modo, se provi ti leccherai i baffi!

Nel fritto alla romana non possono mancare i fiori di zucca
fiori di zucca freschi (Corriereromano.it)

Un piatto caldo, filante, gustoso ma allo stesso tempo croccante fuori è sicuramente tutto ciò che anche il palato più esigente possa richiedere e non è un caso, infatti, che i fiori di zucca siano considerati delle perle della cucina romana. Questi fiori gialli e saporiti quando impastellati e fritti sembrano infatti regalare il loro massimo, ma per farlo c’è qualche accortezza da conoscere.

Per questa ricetta serviranno i nostri fiori di zucca, la mozzarella e, ovviamente, le immancabili alici salate. Queste ultime sono imprescindibili anche se ai vostri bambini potrebbero non piacere, motivo per cui per loro potrete opzionare una gustosa variante senza alici o con del prosciutto cotto da utilizzare al loro posto.

Ciò che distingue un fiore di zucca buono da uno unico è la pastella, questa è il segreto di molte nonne e la versione perfetta li farà restare gonfi e croccanti. Per preparare la pastella dovremo setacciare 150 grammi di farina in una ciotola ed unire mezzo cucchiaino di zucchero e 100 grammi di acqua gassata e molto fredda, questo è il vero segreto per evitare la formazione di grumi e rendere la vostra pastella più croccante che mai.

Per farcire i fiori dovremo invece tagliare la mozzarella a listarelle e preparare in un piattino anche i filetti di alice, unire la mozzarella alle alici e inserire il tutto nel fiore al quale avremo tolto il pistillo centrale prima di averli sciacquati bene e lasciati asciugare. A questo punto dovremmo immergerli bene nella pastella e poi andranno immersi in un tegame con olio bollente.

Nel fritto alla romana non possono mancare i fiori di zucca
fiori ripieni di mozzarella e acciughe salate (Corriereromano.it)

Il tegame per la frittura deve essere profondo per una frittura perfetta, dopo l’immersione i nostri fiori si gonfieranno e non appena avranno raggiunto il colorito giusto li tireremo fuori per posizionarli su un panno di carta assorbente e togliere così l’olio in eccesso. Ovviamente questa bontà va gustata ben calda, facendo attenzione a non scottarsi per via della filantissima mozzarella all’interno.

Preparare dei fiori di zucca da leccarsi le dita è dunque più facile del previsto ed il risultato una volta portati in tavola sarà sempre lo stesso, ovvero quello di appagare ogni palato e rendere felici dai più grandi ai più piccoli.

Impostazioni privacy