Masterchef, problemi con la legge per uno dei famosi concorrenti

Un concorrente di una delle scorse edizioni di Masterchef ha avuto problemi con la legge: tutti si ricordano di lui, che ora deve scontare 5 mesi di carcere.

Ex concorrente Masterchef arrestato
Problemi con la legge per un ex concorrente di Masterchef (Corrieromano.it)

Masterchef è uno dei programmi televisivi più seguiti e apprezzati d’Italia. Va in onda su Sky Uno ormai da 12 edizioni e la tredicesima è pronta a partire a metà dicembre. Alla trasmissione partecipano ogni anno 20 aspiranti chef, che si combattono a suon di prove culinarie per ottenere il titolo di masterchef italiano.

Il programma, inoltre, è seguitissimo anche tramite i social. Su X, durante la serata della puntata (in onda ogni giovedì su Sky o sulla piattaforma di streaming Now TV) vengono condivisi migliaia di tweet a commento delle vicende mostrate sul piccolo schermo. Ci si appassiona ai concorrenti, ai giudici, alle loro storie e ai loro piatti e, in alcuni casi, i concorrenti restano indimenticabili.

Gabriele Policarpo condannato a 5 mesi: cosa è successo?

Polone Masterchef 11
Polone durante la undicesima stagione di Masterchef (Corrieromano.it)

Sapere che un ex concorrente ha avuto problemi con la legge, dunque, lascia sconvolti numerosi fan della trasmissione. Nel 2022 infatti, (come riportato da varie testate) Gabriele Policarpo è stato condannato a 5 mesi di carcere con sospensione condizionale della pena. E se questo nome non vi richiama nulla alla memoria, forse è perché in trasmissione preferiva farsi chiamare Polone.

Polone ha partecipato a diverse puntate dell’undicesima edizione di Masterchef, andata in onda tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022. Prima di quegli anni, però, l’ex concorrente ha avuto problemi con la legge. Nel 2017, infatti, ha commesso una violazione relativamente al possesso armi. In quella occasione, a Latina, Policarpo è stato trovato in possesso di una pistola irregolare durante un controllo stradale.

Problemi con la legge per Polone: un errore si è trasformato in un incubo

Nello specifico Polone si è ritrovato davanti al giudice del tribunale di latina Clara Trapuzzano per il possesso di una pistola da soft air sprovvista del tappo rosso di sicurezza. Polone, infatti, è stato fermato dalla polizia mentre stava andando a esercitarsi in questa disciplina, ma il fatto che la sua arma non fosse conforme alle norme di sicurezza ha comportato gravi conseguenze per il cuoco.

La pena, fissata a 5 mesi, è stata fortunatamente sospesa, ma questo episodio, probabilmente, avrà conseguenze sulla reputazione di Polone. A volte un semplice errore può trasformarsi in un incubo giudiziario!

Impostazioni privacy