Crema solare per neonati, come si sceglie?

Che sia per andare al mare, fare una passeggiata al parco o una fuga in piscina i bambini devono essere sempre protetti. Per scegliere la crema solare per neonati e bambini è necessario valutare le caratteristiche ideali per ogni tipo di pelle.

Il pediatra mette in evidenza di quanto il sole faccia bene ai bambini, perchè favorisce al produzione di Vitamina D – ma allo stesso tempo è necessario proteggere la pelle dai raggi UV dannosi proteggendo con le creme solari corrette. Scopriamo insieme qualcosa in più sull’argomento?

Come si proteggono i bambini dal sole?

Il sole è una fonte primaria di Vitamina D, per questo motivo è importante che i bambini imparino a gestire i raggi nella maniera corretta. Tuttavia, la pelle deve essere sempre protetta anche quando il neonato/bambino resta all’ombra.

Va ricordato che, come negli adulti, anche per i bambini la pelle non è preparata al sole e non può ricevere una quantità di raggi tutti in una volta senza protezione. Le regole fondamentali da seguire sono imperative, per non incorrere in scottature nei bambini  – la cui pelle è delicatissima.

Leggi anche: Singhiozzo del neonato, cause e consigli

Tra gli accorgimenti da mettere subito in pratica, l’orario non è assolutamente da sottovalutare. I bambini non devono essere esposti nelle ore più calde ma al mattino e nelle tarde ore del pomeriggio. I raggi diretti, inoltre, andrebbero evitati per i primi sei mesi di vita del bambino, adottando la crema solare ad altissima protezione e anche cappellino oltre che gli occhiali da sole.

Come scegliere la crema solare per neonati?

La crema solare per neonati deve essere scelta con la protezione massima, seguendo i consigli del proprio pediatra di fiducia. Non solo, gli adulti devono ricordare che anche quando ci sono le nuvole e il sole è coperto i raggi colpiscono ugualmente la pelle. Da non dimenticare di associare anche l’idratazione della pelle, soprattutto per un neonato che non sempre bene adeguate quantità di acqua: abbondare con la frutta fresca e i sali minerali, soprattutto in estate quando si suda.

Tra le caratteristiche che le creme solari devono avere, troviamo:

  • Il fattore di protezione alto, 50+ al fine che possa schermare completamente la pelle del viso e del corpo;
  • Una quantità generosa su tutto il corpo, da riapplicare ogni volta che il piccolo fa il bagno o comunque ogni due ore per garantire la continuità della protezione;
  • Da ricordare che la pelle dei bambini non ha ancora raggiunto una piena maturazione, per questo motivo resta vulnerabile e deve essere protetta con dei prodotti specifici per limitare e contrastare i danni dei raggi UV;
  • Preferire i prodotti biologici e naturali, con assenza di componenti e ingredienti chimici che potrebbero dare una reazione sbagliata alla pelle – oltre che preservare l’ambiente con un minore impatto ambientale.

Tutti i prodotti cosmetici  – bio e non  – hanno un INCI da osservare e leggere prima di acquistare il prodotto. Meglio optare per dei solari BIO che sfruttano le proprietà di fiori e frutta, tra sostanze completamente naturali in grado di preservare la pelle nutrendola in profondità.

Impostazioni privacy