Come muoversi a Roma? Una guida che vi spiega come girare la città a piedi, in auto evitando le zone ZTL e trovando il parcheggio più comodo (ed economico). Non solo, vi diciamo anche come sono organizzati i mezzi pubblici e come vivere una esperienza positiva.

Come muoversi a Roma

Roma è una città grandissima e immensa, ma le sue maggiori attrazioni sono ubicate in una zona circoscritta che può essere anche percorsa a piedi senza stressarsi con auto e mezzi pubblici. Per questo motivo vi consigliamo di prendere parte di un tour guidato oppure, con una mappa alla mano, organizzare il tour a piedi per vedere tutte le bellezze della Capitale italiana.

Potete anche affittare una bicicletta o un monopattino, girando per la città senza alcun problema e velocemente.

Cosa scegliere tra la Card trasporti e abbonamento ai mezzi pubblici

Muoversi a Roma non è difficile, proprio perché la città è servita da tantissimi mezzi pubblici o comunque servizi che portano tra le migliori città. la Omnia Card è consigliata a tutte le persone che si fermano a Roma per un week end, così da avere il trasporto gratuito e ingresso free alla maggior parte delle attrazioni. Se invece il soggiorno supera 7 giorni, il consiglio è di avvalersi di un abbonamento classico dei mezzi, così da poter usarli usare senza alcuno stress: le soluzioni sono diverse a seconda della necessità con i costi aggiornati che si trovano sul sito ufficiale.

Leggi anche: Migliori ristoranti di Roma, dove andare a mangiare?

Dall’aeroporto di Roma al centro

Tantissime persone si chiedono come arrivare dall’aeroporto di Roma al centro della città. I suoi scali aeroportuali sono tra i più trafficati: Fiumicino e Ciampino. Entrambi hanno collegamenti intelligenti con servizi di taxi, bus e treni che portano direttamente in centro (tra l’altro il taxi ha una tariffa fissa per agevolare i turisti e i residenti). Una soluzione comoda è il transfert privato, da prenotare online prima dell’arrivo a Roma.

Come muoversi a Roma a piedi

Per chi non desidera stressarsi tra aree ZTL e parcheggi, muoversi a Roma a piedi rimane una delle soluzioni più comode e divertenti. Bisogna tenere conto, come anticipato, che la città vanta la maggior parte delle attrazioni in una determinata area circoscritta. Inutile evidenziare il fatto che Roma sia un museo a cielo aperto, così bello che girarlo a piedi significa solo ammirare ogni angolo e assaporare la storia del terriorio andando indietro nel tempo ad epoche divese.

Tuttavia, la Capitale è un territorio molto ampio e gli spostamenti a piedi devono essere organizzati con un certo criterio e intelligenza. Una volta in centro ci si potrà muovere alla scoperta del Colosseo, Foro Romano, Altare della Patria senza dimenticare la Fontana di Trevi e la sua Piazza di Spagna. Se volete raggiungere spot di interesse come Villa Borghese, si dovrà optare per un taxi o un mezzo pubblico. Come accennato sopra, ci sono anche dei tour grautiti o a pagamento con le guide che accompagnano lungo i vari luoghi di interesse.

 

Mezzi pubblici di Roma, come funzionano

Roma è una città viva e articolata, ricca di turisti ma anche residenti che oggi giorno si muovono per raggiungere il posto di lavoro e non solo. Le principali soluzioni pubbliche offerte dalla Capitale sono:

  • Metro

La metro di Roma è conosciuta in ogni parte del mondo per la sua velocità e per il suo servizio studiato nei minimi dettagli. Le linee ad oggi attive sono:

  1. Linea A Anagnina-Battistini
  2. Linea B Laurentina-Rebibbia
  3. Linea B1 Laurentina – Jonio
  4. Linea C Pantano-San Giovanni

garantendo corse anche nel week end con tempi di attesa minimini che non superano i 3 minuti per le linee A e B, sino a 12 minuti per la linea C. Gli orari coperti sono di solito dalle 5.30 del mattino sino alle 23 durante la settimana e sino all’1.30 durante il week end. Potete decidere se acquistare una corsa singola oppure l’abbonamento per una maggiore comodità.

La metro di Roma di notte è sicura e frequentata dai turisti, quindi non ci sono problemi. In caso di dubbio si può sempre optare per un taxi, alternativa valida e veloce.

  • Bus

Il bus a Roma non è consigliato come la metro proprio perché risente del traffico intenso a tutte le ore. Il difetto principale è l’accumulare dei ritardi su ritardi e sarebbe bene non prenderlo, soprattutto nelle ore di punta. Le linee sono più di 260 e il servizio è ottimo, tuttavia bisogna mettere in conto la particolarità dei ritardi e del traffico che rallenta la corsa.

  • Filobus

Una divertente alternativa a tutti i mezzi di trasporto, con due linee a disposizione: la 90 e ka 74. Ci sono dei progetti che guardano al futuro per l’ampliamento delle linee a l’aggiunta di altre due che potrebbero essere la 72 e la 73. Queste due linee non servono in maniera ottimale la città, per questo motivo sarebbe bene non usarla se non per fare un giro e per curiosità.

  • Tram

Stesso discorso come sopra, il tram ha una linea ridotta e conta non più di 6 linee. Viene considerato solo per curiosità o quando non ci sono soluzioni alternative a disposizione.

Come muoversi in auto a Roma: le zone ZTL

Come muoversi a Roma in auto? Sinceramente è sconsigliato a tutti i turisti, perché tra il traffico e le zone ZTL lo stress sarebbe veramente tanto. Tuttavia, se volete capire come girare a piedi è bene sapere che la città è interessata dal traffico intenso tutto il giorno, inoltre la manutenzione di alcune strade non è delle migliori e si rischierebbe di rovinare l’auto.

La zona ZTL è una delle più gradi di tutta Europa e non permette di poter guidare e muoversi con facilità, soprattutto all’interno del centro storico o in zone che non si conoscono. Le aree di interesse sono controllate dalle telecamere e dai valichi, quindi è impossibile non prendersi una multa.

La fascia oraria è attiva dal lunedì al venerdì dalle ore 6.30 alle ore 18.00 e il sabato dalle ore 14.00 alle ore 18.00 con esclusione della domenica. Di notte è attiva il venerdì e il sabato dalle 23.00 alle 3.00 di notte escluso il mese di agosto e i festivi. Nella zona ZTL accedono solo i mezzi autorizzati con il contrassegno sul lunotto posteriore o parabrezza.

Oltre alla ZTL del centro storico, si trovano limiti a Trastevere – Tridente – Testaccio e San Lorenzo.

 

Di admin