Come marinare l’abbacchio per renderlo saporito e morbidissimo: solo così verrà veramente perfetto

Per preparare un abbacchio super saporito e tenero, abbiamo qui qualche consiglio per te: lo devi marinare così e sarà tutta un’altra cosa!

marinare agnello metodo
Come marinare l’abbacchio per renderlo tenero e saporito – CorriereRomano.it

L’abbacchio, ovvero l’agnello, è un ingrediente molto amato in cucina, la sua carne è tenera e succosa, ma bisogna saperlo preparare per gustarne al meglio tutte le sfumature. Per farlo c’è bisogno della marinatura, un insieme di spezie e succhi che rende. la carne più saporita e più tenera. La marinatura è un’antica tecnica in cui carne, pesce e verdure riposano in una soluzione composta da succhi, oli, aromi e spezie. In passato, questa tecnica veniva utilizzata per aumentare il tempo di conservazione degli alimenti, invece oggi viene utilizzata per conferire sapore e consistenza ai piatti. Quando la carne viene marinata, si attiva un processo particolare per cui le fibre della carne si ammorbidiscono. In questo modo, i piatti risultano molto più gustosi e saporiti. Vediamo come fare quando vuoi preparare l’abbacchio.

Come marinare correttamente l’abbacchio per renderlo tenero e aromatico

abbacchio marinatura
Pezzi di abbacchio su un tagliere, intorno spezie e peperoncino – CorriereRomano.it

La ricetta base della marinatura dell’abbacchio prevede un elemento acido (aceto, succo di limone o vino), uno oleoso (preferibilmente olio extravergine di oliva) e un tocco aromatico (spezie e amori): Ci sono poi diverse marinature più particolari in cui si usano birra, vino o spezie orientali.

Indipendentemente dal taglio di agnello che sceglierai, che sia spalla, cosciotto o carré, è fondamentale preparare una marinatura bilanciata. Utilizza sempre contenitori di vetro o ceramica per evitare contaminazioni della carne con sostanze rilasciate da recipienti in metallo o plastica. L’agnello, con il suo gusto deciso e il suo profumo forte, richiede una marinatura ricca di profumi ed aromi per bilanciare queste caratteristiche. Vediamo dunque cosa fare.

Inizia la sera precedente lavando l’agnello con acqua e aceto, tagliandolo a pezzi se necessario e rimuovendo l’eccesso di grasso. Per ogni chilo e mezzo di carne, prepara una marinatura composta da tre bicchieri di vino bianco secco, mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva, e una combinazione di aromi e spezie come aglio, cipolla, sale, pepe, salvia, menta, timo, alloro o rosmarino. Massaggia delicatamente la carne per distribuire uniformemente la marinatura. Copri il contenitore con pellicola trasparente e lascia riposare l’agnello in frigorifero durante la notte.

Poi, scola e asciuga l’agnello con carta assorbente prima di procedere con la cottura. Non eliminare il liquido della marinatura, poiché puoi filtrarlo ed usarlo durante la preparazione. Come ti ho già anticipato, quella di oggi è solo la ricetta base per la marinatura dell’abbacchio. Puoi sperimentare diverse marinature con vino bianco, ad esempio, o anche con lo yogurt. Di varianti ce ne sono davvero tantissime e sono tutte deliziose. Non ti resta che provare!

Impostazioni privacy