Ardea, ragazzo in ospedale con una ferita d’arma da fuoco: indagano i carabinieri

Un ragazzo di 24 anni di Ardea, in provincia di Roma, è stato accompagnato in ospedale a Pomezia con una ferita d’arma da fuoco ad una mano: indagini in corso.

Carabinieri
Carabinieri (Corriereromano.it)

La notte scorsa, un ragazzo di 24 anni di Ardea, in provincia di Roma, è stato accompagnato dalla madre in ospedale a Pomezia. Qui i medici gli hanno riscontrato una ferita d’arma da fuoco ad una mano e, dopo le cure del caso, lo hanno dimesso con una prognosi di 40 giorni.

Sul caso sono state avviate le indagini dei carabinieri che stanno cercando di ricostruire l’accaduto. Secondo il racconto dello stesso 24enne, due sconosciuti lo avrebbero avvicinato mentre tornava a casa e, nel tentativo di rapinarlo, uno dei malviventi avrebbe esploso un colpo di pistola.

Ardea, 24enne in ospedale con una ferita d’arma da fuoco: 40 giorni di prognosi

Ospedale
Ospedale (Corriereromano.it)

I carabinieri di Ardea, comune della provincia di Roma, stanno conducendo le indagini su quanto accaduto la notte scorsa, tra sabato 16 e domenica 17 dicembre, quando un ragazzo di 24 anni è stato accompagnato in ospedale con una ferita d’arma da fuoco.

Stando a quanto ricostruito, come riportano i colleghi di Latina Today, il 24enne è arrivato con la madre, intorno alle 3, al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna di Pomezia. Qui, i medici hanno riscontrato una ferita d’arma da fuoco alla mano ed hanno provveduto alle cure del caso dimettendo poi il giovane con una prognosi di 40 giorni.

Il racconto del 24enne

I sanitari hanno informato dell’accaduto i militari dell’Arma che sono intervenuti sul posto per avviare le indagini e gli accertamenti del caso. Il 24enne è stato sentito e, secondo il suo racconto, sarebbe stato ferito durante un tentativo di rapina mentre stava rientrando presso la sua abitazione. Nel dettaglio, come spiegato agli inquirenti, il giovane sarebbe stato avvicinato da due malviventi vicino casa ed ha provato a difendersi, ma è caduto a terra e, mentre si rialzava, uno dei due banditi avrebbe esploso un colpo ferendolo.

I militari hanno effettuato dei rilievi vicino l’abitazione del 24enne, dove sono state rinvenute alcune tracce di sangue. Ora si sta verificando il racconto del giovane.

Impostazioni privacy