Villa Aldobrandini, si riqualificherà: il progetto

È stato presentato dall’assessora Sabrina Alfonsi il progetto di ristrutturazione e riqualificazione di Villa Aldobrandini in zona Quirinale.

villa aldobrandini roma ristrutturazione
Presentato il progetto di ristrutturazione di Villa Aldobrandini a Roma (CorriereRomano.it)

Si è tenuta presso la sede dell’Università popolare di Roma- Upter, la presentazione del progetto di ristrutturazione e riqualificazione di Villa Aldobrandini. A presentare la nuova visione della Villa posta sull’estremità del Colle del Quirinale è stata l’assessora all’agricoltura, ambiente e ciclo dei rifiuti di Roma Capitale Sabrina Alfonsi.

Il progetto, finanziato con fondi della Capitale per 2,7 milioni di euro, ha l’obiettivo di riportare la struttura al piena fruibilità cittadina. Si parla quindi del ripristino degli accessi, riqualificazione del patrimonio vegetativo e ristrutturazione dell’assetto originale del giardino storico. Il palazzo principale della Villa risale alla fine del 1500 e ha ospitato negli anni opere d’arte dei più importanti artisti italiani come Leonardo Da Vinci, Tintoretto e Tiziano.

Come sarà la nuova Villa Aldobrandini, cosa prevede il progetto di ristrutturazione

villa aldobrandini roma
Villa Aldobrandini all’imbrunire (CorriereRomano.it)

L’avvio dei lavori è previsto per la primavera del 2024, e nella prima fase prevede il rispristino e l’ampliamento dell’accesso da via Panisperna e la realizzazione di un’ascensore. Sempre sui lavori della Loggia Cinquecentesca si prevede di ripristinare il portone originale in legno. Nella zona esterna saranno, invece, eseguiti interventi di rimozione della vegetazione infestante.

Nel padiglione B, che si trova tra via Nazionale e Largo Magnanapoli, sarà realizzato un ingresso ed effettuati lavori di ristrutturazione degli spazi interni con la creazione di due differenti piani; al primo piano che affaccio sul giardino nascerà una coffee-house con spazi di lettura, al piano superiore saranno adibiti servizi igienici e locali per il personale. Il tutto correlato sempre dalla presenza di un’ascensore così da abbattere tutte le possibile barriere architettoniche.

In generale, in tutto il parco saranno avviati lavori di ripristino della vegetazione infestante con piantumazione di nuovi alberi in sostituzione di quelli vecchi o a fine ciclo vitale. È poi prevista la realizzazione di percorsi didattici per il giardino segreto e il giardino della camelie che saranno riportati allo splendore originale.

Con questo progetto di altissima qualità, frutto di una profonda analisi storica e architettonica, diamo avvio alla riqualificazione di una delle più importanti ville cardinalizie di Roma con l’obiettivo di riconnettere alla città un luogo di pregio architettonico e naturalistico troppo a lungo rimasto isolato e non fruibile”, ha così spiegato l’assessora Alfonsi nel presentare il progetto di ristrutturazione di Villa Aldobrandini, fortemente voluto dall’amministrazione cittadina, immettendosi sulla scia dei già tanti cantieri attivi in città, e dalle associazioni e comitati di quartiere.

Impostazioni privacy