Roma, per i mozziconi di sigaretta gettati in terra arrivano finalmente i cestini

Mozziconi di sigarette? I cestini arrivano finalmente a Roma per ripulire la città da rifiuti molto pericolosi. La presentazione

Mozziconi sigarette terra cestini
Mozziconi di sigarette (Corriereromano.it)

Roma è una delle città più belle al mondo, ma si sa, ha ancora oggi una miriade di problemi. Tra questi ci sono anche i mozziconi di sigaretta gettati a terra. Un problema che l’amministrazione capitolina si pone di risolvere quanto prima grazie all’installazione dei cestini dedicati. Le cifre sui mozziconi di sigarette sono spaventose.

Si stima, infatti, che nella sola Città eterna ogni giorno vengano fumate circa 11 milioni di sigarette e la metà di queste vengano abbandonate per strada o addirittura gettate nei tombini. Un gesto divenuto troppo abituale che genera però un tasso di inquinamento altissimo, della città ma anche dei mari. Non c’è da dimenticare, infatti, che si tratta di rifiuti molto pericolosi perché contenenti sostanze chimiche, diverse delle quali tossiche e cancerogene.

Mozziconi di sigarette a terra: cestini arrivano in città

cestini mozziconi sigarette Roma
Cestino per i mozziconi delle sigarette (Corriereromano.it)

Qualcosa si muove, dunque, a Roma per il contrasto ai mozziconi delle sigarette. La delibera per l’installazione dei cestini è stata presentata dal consigliere comunale d’opposizione Dario Nanni, sostenuta sia dall’assessora ai Rifiuti, Sabrina Alfonsi, che dalla maggioranza. A questo sono state associate delle linee guida che consentano di adottate delle buone prassi per contrastare l’abbandono dei mozziconi di sigarette, a tutela dell’ambiente e della salute.

C’è però da stabilire ancora la quantità dei cestini che verranno installati anche se il consigliere Nanni ha già stilato una lista dei punti critici nei quali verranno sistemati: uffici pubblici, fermate dei bus e ferrovie, fuori dalle università e “nelle aree della città caratterizzate da maggior transito”.

Anche su chi si occuperà dell’installazione c’è da lavorare. Sicuramente, come hanno spiegato dal Campidoglio, una parte del processo sarà gestito da Ama e un’altra da un consorzio. Il secondo step riguarderà l’individuazione delle ditte specializzate che si occuperanno del recupero e del riciclo dei mozziconi affidandoli alle società che oggi sono specializzate nel riuso di questi rifiuti.

Come è nata l’idea

Nanni ha raccontato che l’idea di installare dei cestini per i mozziconi delle sigarette è nata durante la premiazione di alcuni studenti dell’università di Tor Vergata che “avevano presentato dei progetti di sostenibilità per i propri quartieri” ha illustrato il consigliere nel corso di una conferenza stampa. È a partire da alcuni degli spunti suggeriti dai giovani che si è lavorato per creare qualcosa di concreto per rendere più fruibile la città. “La vuoi una ciospa?” (che nel gergo dei giovani significa sigaretta) il nome del progetto cui è partito tutto.

Impostazioni privacy