Marcellina, cade mentre prova ad entrare in casa dal balcone: muore 43enne

Un uomo di 43 anni è morto a Marcellina, in provincia di Roma, precipitando nel vuoto mentre provava ad entrare in casa dal balcone.

Soccorsi
Soccorsi (Corriereromano.it)

Tragedia giovedì scorso a Marcellina, in provincia di Roma, dove un uomo di 43 anni è deceduto precipitando nel vuoto dal palazzo dove abitava. Secondo quanto ricostruito, il 43enne aveva dimenticato le chiavi di casa e stava provando a raggiungere il suo balcone da una finestra condominiale, ma è caduto da circa 12 metri d’altezza.

Ad accorgersi dell’accaduto contattando i soccorsi è stato il fratello che ha rinvenuto il 43enne riverso al suolo. Quando sul posto sono intervenuti gli operatori sanitari del 118, era ormai troppo tardi: è stato possibile solo constatare il decesso dell’uomo. Presenti sul posto anche i carabinieri per le indagini.

Marcellina, dimentica le chiavi e prova ad entrare in casa dal balcone: 43enne muore cadendo nel vuoto

Carabinieri
Carabinieri (Corriereromano.it)

Un operaio di 43 anni di origini romene, ma da anni residente in Italia, è morto giovedì scorso, 14 dicembre, a Marcellina, piccolo centro della provincia di Roma.

Stando alle ricostruzioni dei carabinieri, riportate dalla redazione de Il Messaggero, il 43enne era rientrato presso la sua abitazione, un appartamento al secondo piano di un condominio sito in via Oberdan, ma giunto davanti casa si è accorto di aver dimenticato le chiavi dentro. A quel punto, ha deciso di raggiungere il balcone passando da una finestra condominiale, la ringhiera, però, su cui si è appoggiato non ha retto e l’uomo è precipitato al suolo dopo un volo di circa 12 metri.

Poco dopo, il fratello che viveva con lui lo ha trovato riverso a terra ed ha subito contattato il numero unico per le emergenze. In via Oberdan è arrivata l’equipe medica del 118 alla quale, però, non è rimasto altro che appurare il decesso dell’operaio: fatali le lesioni riportate nel violentissimo impatto al suolo.

Sconvolta la comunità intera

Intervenuti anche i carabinieri della stazione locale che hanno provveduto alle verifiche del caso ricostruendo la dinamica del drammatico incidente. Appurata la tragedia, l’autorità giudiziaria non ha stabilito ulteriori esami sulla salma che è stata già riconsegnata alla famiglia per la celebrazione dei funerali.

Sotto choc l’intera comunità di Marcellina, dove il 43enne viveva da tempo ed era molto conosciuto, strettasi al dolore del fratello.

Impostazioni privacy