Curtatone, 50enni travolti e uccisi da un treno: indaga la Polizia

Due 50enni sono morti dopo essere stati travolti da un treno nella serata di ieri a Curtatone, in provincia di Mantova: indagini in corso.

Treno
Treno (Corriereromano.it)

Dramma nella tarda serata di ieri a Curtatone, comune della provincia di Mantova. Un uomo ed una donna, entrambi di 50 anni, sono morti dopo essere stati centrati in pieno da un treno che transitava lungo la linea Mantova-Milano.

Dopo l’investimento, il convoglio si è fermato ed è stato lanciato l’allarme. Quando l’equipe medica del 118 è giunta sul posto, per i due 50enni era ormai troppo tardi: è stato possibile solo dichiararne la morte. Stando alle prime ricostruzioni, i due, che sembra avessero una relazione, si sarebbero lanciati volontariamente sui binari al passaggio del treno.

Curtatone, 50enni travolti e uccisi da un treno: ipotesi duplice suicidio

Polizia
Polizia (Corriereromano.it)

Duplice suicidio, questa l’ipotesi seguita al momento dagli inquirenti che si stanno occupando della morte di un uomo ed una donna, travolti da un treno ieri sera, lunedì 11 dicembre, a Curtatone, in provincia di Mantova.

I due, entrambi di 50 anni, di cui non è stata resa nota l’identità, come riporta la redazione di Leggo, sarebbero stati investiti in località Quattro Venti da un convoglio che viaggiava, ad una velocità di circa 130 km/h, sulla linea Mantova-Milano. Un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo alle vittime.

Il personale ha subito fermato il convoglio e, accortosi della tragedia, ha chiamato il numero unico per le emergenze. Ai sanitari del 118 che sono intervenuti sul posto non è rimasto altro che constatare il decesso dei due 50enni, troppo gravi i traumi riportati.

Indaga la Polizia Ferroviaria

La Polizia Ferroviaria ha subito dato il via alle indagini per risalire alla dinamica della tragedia. Da quanto appurato al momento, pare si sia trattato di un gesto estremo dei due 50enne, che pare avessero una relazione: l’uomo e la donna si sarebbero lanciati volontariamente sotto il convoglio al suo passaggio. Pare che i due abbiano anche lasciato una lettera prima del gesto, circostanza ancora da verificare.

Per consentire le operazioni di soccorso ed i rilievi delle forze dell’ordine, la circolazione sulla linea interessata è stata sospesa ed attivato per i passeggeri del convoglio un servizio sostitutivo di pullman.

Impostazioni privacy