Come limitare la spesa della benzina: gli accorgimenti per risparmiare

Risparmiare sulla benzina benzina: attenzione alle gomme, i pesi nel portabagagli e l’accensione degli accessori

Benzina
Rifornimento benzina – corriereromano.it

A causa del caro benzina, risparmiare sul carburante è diventato importantissimo. Prima di metterci alla guida per recarci in un determinato posto, badiamo bene a quale sarà la spesa vista che ormai la tariffa si è stabilizzata sui 2 euro circa per un litro. Vediamo quali sono i piccoli ma importanti accorgimenti da mettere in pratica per provare a risparmiare. Le pratiche a cui badare solo sempre le stesse ma spesso tendiamo a dimenticarcele.

Come risparmiare benzina con dei piccoli gesti

Portabagagli
Portabagagli pieno – corriereromano.it

Innanzitutto è fondamentale controllare periodicamente la pressione degli pneumatici e non solo per le occasioni come un lungo viaggio. Se le gomme sono un po’ sgonfie, maggiore sarà lo sforzo che dovrà compiere il veicolo per muoversi e quindi avrà bisogno di più energia.

Non dobbiamo dimenticare neanche i pesi inutili. Quante volte lasciamo nel portabagagli qualcosa che dobbiamo togliere ma rinviando lo spostamento, lo lasciamo per molto tempo? Anche se non è un peso eccessivo, viaggiando per molto tempo con un oggetto comunque inutile, è uno spreco di benzina.

Non possiamo non citare la velocità. Se nelle strade urbane siamo più o meno costretti a mantenere certi limiti, in autostrada, soprattutto nei tratti scoperti dagli autovelox, si tendere a “calere il piede” e accelerare. Ricordiamo innanzitutto che è di vitale importanze rispettare i limiti imposti dai cartelli (così come indossare la cintura di sicurezza), ma un altro buon motivo è anche il risparmio. La migliore soluzione sarebbe mantenere una velocità costante con la marcia più grande consentita.

In discesa è inutile accelerare, oltre che pericoloso: molto dipende dalla strada, dal manto e la larghezza, ma grossomodo è maglio mantenere sempre la velocità do 30-40 Km/h con la seconda o terza marcia inserita, con un piede appoggiato al pedale del freno in caso di emergenza.

Sia in estate che in inverno un’altra voce di consumo è il riscaldamento o il raffreddamento, a volte esagerato e constante, poiché si potrebbe spegnere e riaccendere periodicamente. Ricordiamo infine – ma è una caso prettamente estivo – anche anche avere i finestrini aperti per troppo tempo mentre si circola a velocità alta, il veicolo necessità di più energia e dunque è maggiore il consumo di carburante. Qui i consigli di Altroconsumo.

 

Impostazioni privacy