“C’è ancora domani”, nascono i tour a Roma: 15 € per il giro dei luoghi del film

La macelleria e poi il palazzo con il portone d’ingresso e poi il bar e la piazza del mercato. A Roma spunta il tour sociologico per C’è ancora domani.

c'è ancora domani tour roma
Paola Cortellesi in C’è ancora domani, prima pellicola di cui è regista (CorriereRomano.it)

 

Mentre il primo film scritto, diretto ed interpretato da Paola Cortellesi segna la soglia dei 20 milioni di incassi al botteghino -entrando nell’olimpio delle pellicole italiane con più incassi di sempre, solo altri 7 registi ci sono riusciti- a Roma è vera e proprio C’è ancora domani mania, tanto che ora i luoghi che hanno fatto da set al film sono diventati un tour sociologico organizzato in vista del 25 Novembre.

Del resto non è la prima volta che il turismo riesce a prendere dal cinema lo spunto per organizzare tour simili, tanto che oggi si parla di vero e proprio cineturismo. Dal Trono di Spade al Signore degli Anelli passando a grandi classici come Thelma e Louise tanti sono gli itinerari di viaggio ispirati al mondo della cinematografia e che hanno reso celeberrimi alcuni luoghi come la scalinata della Chiesa di Sant’Ignazio a Dubrovnik passata agli annali come la scalinata della Camminata della Vergogna della Regina Cercei di Game Of thrones. E sono tantissimi gli esempi simili che si potrebbero fare.

In Italia il caso più lampante è il tour tra le location di Montalbano: dalla casa sulla spiaggia di Punta Secca a Scicli dove ha sede il commissariato di Vigata. Insomma veri e propri tour esplorativi che permettono di conoscere città, regioni e a volte interi Stati. Nel caso di C’è ancora domani il tour si compone tutto nel quartiere Testaccio dove Cortellesi ha deciso di girare il film.

C’è ancora domani, tour tra le location nelle vie del Testaccio

testaccio c'è ancora domani
Una delle scene del film girata in strada al Testaccio in zona Lungotevere (CorriereRomano.it)

E così il prossimo 25 Novembre in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne a Roma si organizza un tour tra le location del film italiano campione di incassi. Alla modica cifra di 15 euro compresa di consumazione caffè e pasticcino, come si legge su Il Messaggero, si può partire dal condominio dove abita la famiglia e addentrarsi nei vicoli del Rione.

Gli interni della casa sono stati ricostruiti a Cinecittà, ma l’esterno del palazzo esiste veramente e si trova in Via Bodoni dove si possono vedere anche le famose finestrelle che portano luce alla casa. Il mercato dove Delia incontra l’amica Marisa è stato ricostruito in Piazza del Testaccio, mentre gli incontri della protagonista con l’americano William avviene sul Lungotevere Testaccio.

Ci si deve spostare a Via di Monte Testaccio per trovare invece l’officina di Nino, mentre in via Antonio Cecchi si trova la macelleria che si vede quando Delia si mette in fila con altre donne per fare la spesa, e l’insegna è quella originale.

Impostazioni privacy