Castel di Guido, uomo trovato morto in auto: stroncato da un malore alla guida

Un uomo di 73 anni è stato trovato morto all’interno della sua auto, ferma sul ciglio della strada a Castel di Guido, frazione di Roma: l’uomo sarebbe stato stroncato da un malore.

Ambulanza
Ambulanza (Corriereromano.it)

Dramma nella tarda mattinata di ieri a Castel di Guido, frazione alle porte di Roma. Un uomo di 73 anni è stato trovato senza vita all’interno della sua vettura, ferma a bordo della carreggiata lungo la via Aurelia in direzione della Capitale.

Lanciato l’allarme, sul posto è arrivata l’equipe medica del 118 che nulla ha potuto fare per rianimare il 73enne di cui è stato possibile solo dichiararne il decesso. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, l’anziano, mentre era alla guida della vettura, sarebbe stato colto da un malore improvviso che non gli avrebbe lasciato alcuno scampo.

Castel di Guido, malore alla guida della sua auto: 73enne trovato privo di vita

Polizia Locale
Polizia Locale di Roma Capitale (Corriereromano.it)

Un uomo di 73 anni, di cui non è stata resa nota l’identità, è stato trovato morto nella sua auto. La tragica scoperta nella tarda mattinata di ieri, giovedì 23 novembre, sulla strada statale Aurelia nel territorio di Castel di Guido, frazione del comune di Roma.

Sul posto, al chilometro 20 della statale, in direzione Roma, dopo la segnalazione, sono arrivati gli operatori sanitari del 118 che hanno rinvenuto il 73enne riverso sul volante della sua vettura, una Volkswagen. I soccorritori hanno provato in tutti i modi a rianimarlo, ma alla fine è stato possibile solo dichiararne la morte.

Intervenuti anche gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale che hanno svolto tutti gli accertamenti ed i rilievi del caso per determinare cosa fosse successo all’anziano. Secondo quanto ricostruito, come riporta la redazione di Roma Today, l’uomo si trovava alla guida della sua vettura, quando improvvisamente avrebbe accusato un malore ed ha accostato il veicolo sul lato sinistro della Aurelia. Un malore che non gli avrebbe dato neanche il tempo di chiedere aiuto.

La salma restituita ai familiari

Constatata la tragedia, l’autorità giudiziaria ha deciso di non disporre ulteriori esami sulla salma firmando il nullaosta per la restituzione ai familiari che potranno procedere con la celebrazione delle esequie già nei prossimi giorni.

Impostazioni privacy