Cassino, precipita dal quarto piano dell’ospedale: paziente muore sul colpo

Un paziente dell’ospedale di Cassino, in provincia di Frosinone, è precipitato dal quarto piano della struttura ed è morto sul colpo: la tragedia nel pomeriggio di ieri.

Ospedale
Ospedale (Corriereromano.it)

Tragedia nel primo pomeriggio di ieri a Cassino, comune in provincia di Frosinone. Un uomo di 74 anni è morto dopo essere precipitato da una finestra dell’ospedale, dove si trovava ricoverato nel reparto di pneumologia da alcuni giorni.

Una volta scattato l’allarme, i soccorsi hanno provato a rianimare l’anziano, ma era ormai troppo tardi: fatale l’impatto al suolo dopo un volo di circa dodici metri. Sul caso è stata aperta un’inchiesta per determinare se si sia trattato di un incidente o di un gesto estremo: le indagini sono affidate alla Polizia.

Cassino, paziente 74enne precipita dal quarto piano dell’ospedale: morto sul colpo

Polizia
Polizia (Corriereromano.it)

È precipitato dal quarto piano dell’ospedale ed è morto sul colpo. È accaduto intorno alle 14:10 di ieri pomeriggio, lunedì 8 gennaio, a Cassino, in provincia di Frosinone. La vittima è un 74enne, di cui non sono state rese note le generalità, che si trovava ricoverato presso il reparto di pneumologia del Santa Scolastica da alcuni giorni per via di una polmonite.

Secondo quanto ricostruito al momento, come riferiscono i colleghi de Il Corriere della Sera, il 74enne, per cause ancora da chiarire, è caduto da una finestra del nosocomio finendo al suolo dopo un volo di circa dodici metri.

Immediatamente i sanitari hanno raggiunto il punto in cui era finito l’anziano, ma ogni tentativo di rianimazione non ha dato l’esito sperato: alla fine è stato possibile solo constatarne la morte, sopraggiunta per le gravi lesioni riportate.

Indaga la Polizia: si ipotizza un gesto estremo

Presso l’ospedale sono arrivati gli agenti della Polizia di Stato che hanno avviato le indagini sul caso per stabilire la dinamica dei fatti: non è chiaro ancora se si sia trattato di una caduta accidentale o di un suicidio. L’ipotesi più accreditata al momento, però, è quella del gesto estremo.

Gli investigatori hanno già sentito i medici e gli infermieri del reparto ed acquisito i video delle telecamere di sorveglianza del nosocomio che potrebbero fornire ulteriori dettagli sul caso. Inoltre, è stata acquisita anche la cartella clinica e la documentazione del paziente che oggi, martedì 9 gennaio, sarebbe dovuto essere trasferito presso un ospedale di Roma per via delle sue condizioni di salute, giudicate molto gravi.

Impostazioni privacy