Cassino, aggressione in ospedale: infermiere preso a calci da una paziente

Momenti di tensione nell’ospedale di Cassino, in provincia di Frosinone, dove un infermiere è stato aggredito da una paziente.

Infermiere
Infermiere (Corriereromano.it)

Non si fermano gli episodi di violenza ai danni degli operatori sanitari, aggressioni verbali che molto spesso sfociano in comportamenti violenti. Nella giornata di sabato, l’ennesima: un infermiere è stato preso a calci mentre era in servizio all’ospedale di Cassino, in provincia di Frosinone.

A scagliarsi contro l’operatore sanitario è stata una paziente che quest’ultimo stava cercando di aiutare a sistemare i propri effetti personali in un armadietto. Fortunatamente sono subito intervenuti i medici ed i colleghi che hanno bloccato la donna.

Cassino, tensione in ospedale: infermiere aggredito da una paziente nel reparto Spdc

Ospedale
Ospedale (Corriereromano.it)

Prima gli insulti, poi l’aggressione. Questo è quanto accaduto nella giornata di sabato 6 gennaio all’interno del reparto Spdc (Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura) dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino, comune della provincia di Frosinone, dove un infermiere è stato preso a calci da una paziente.

Stando a quanto appreso dai colleghi di Frosinone Today che hanno riportato la notizia, l’operatore sanitario stava aiutando una donna a sistemare i propri oggetti nel suo armadietto, quando quest’ultima, per ragioni da chiarire, è andata su tutte le furie ed ha iniziato ad insultarlo per poi aggredirlo prendendolo a calci.

Sentendo il trambusto, sono immediatamente intervenuti i colleghi dell’infermiere ed i medici che hanno fermato e calmato la paziente andata in escandescenza.

I precedenti

Non si placano, dunque, gli episodi di violenza contro medici ed operatori sanitari. Quello avvenuto nella giornata di sabato, sempre secondo quanto riferisce la redazione di Frosinone Today, è il quarto negli ultimi mesi solo all’interno dell’ospedale di Cassino ed i vari reparti.

Nei giorni scorsi, invece, in un campo nomadi di Roma, alcune persone avevano preso a sprangate e sassate un’ambulanza intervenuta sul posto. In quel caso un operatore dell’Ares 118 era rimasto ferito, mentre il collega aveva riportato delle contusioni. Il primo è stato trasportato in ospedale per ricevere le cure.

L’episodio avvenuto a Roma era stato condannato dal governatore del Lazio Francesco Rocca attraverso un post pubblicato sulla propria pagina Facebook.

Impostazioni privacy