Albano Laziale, ragazzo trovato morto in casa: a fare la tragica scoperta la fidanzata

Un ragazzo di 33 anni è stato trovato senza vita all’interno del suo appartamento di Albano Laziale, in provincia di Roma. A lanciare l’allarme la fidanzata.

Ambulanza
Ambulanza (Corriereromano.it)

Dramma nel giorno di Natale ad Albano Laziale, centro della provincia di Roma. Un ragazzo di 33 anni è stato trovato privo di vita all’interno dell’appartamento in cui viveva con la fidanzata. Proprio la ragazza ha lanciato l’allarme dopo aver trovato il 33enne riverso sul pavimento.

Immediato l’arrivo sul posto di un equipaggio del 118 che ha provato a rianimare il giovane, ma ogni sforzo non è valso a nulla: i sanitari hanno potuto solo constatare il decesso che sarebbe sopraggiunto a causa di un malore improvviso. A stabilirlo sarà l’esame autoptico sulla salma.

Albano Laziale, 33enne trovato morto in casa dalla fidanzata: inutili i soccorsi

Polizia
Polizia (Corriereromano.it)

Un ragazzo è stato trovato senza vita all’alba del giorno di Natale nella sua abitazione di Albano Laziale, in provincia di Roma. Si tratta di un 33enne di cui non è stata resa nota l’identità.

Da quanto appurato, secondo quanto riferisce la redazione di Roma Today, la fidanzata si è svegliata all’alba e non vedendo nel letto il 33enne è andata a cercarlo trovandolo riverso sul pavimento del soggiorno privo di sensi. Tempestiva la chiamata al numero unico per le emergenze.

Sono bastati pochi minuti all’equipe medica del 118 per raggiungere l’appartamento. Una volta sul posto, i sanitari hanno avviato le manovre di rianimazione, ma non è stato possibile far nulla per il 33enne: alla fine, purtroppo, è stato possibile solo constatarne il decesso.

Disposto l’esame autoptico sulla salma

Intervenuti anche gli agenti della Polizia di Stato di Genzano ed i colleghi della Scientifica che hanno effettuato gli accertamenti e attivato le indagini sul caso per stabilire le cause della morte. Dai primi riscontri sembra che si sia trattato di una morte dovuta ad un malore improvviso: sul corpo non sono stati rinvenuti segni evidenti di violenza e nell’appartamento nessuna traccia di effrazione.

Maggiori dettagli emergeranno dai risultati dell’esame autoptico che l’autorità giudiziaria ha già disposto sulla salma, trasferita presso l’istituto di medicina legale del policlinico Tor Vergata.

Impostazioni privacy