Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

E' arrivato Mega, il successore di Megaupload

Kim Dotcom lancia la sua nuova creatura

Dopo un anno esatto dalla chiusura di Megavideo e Megaupload, Kim Dotcom presenta la sua nuova creatura Mega. Il suo creatore sfida il mondo interno, Stati Uniti in primis, affermando che questo nuovo portale sarà inattaccabile dal punto di vista legale e che nessuna restrizione o legge potrà mai chiuderlo. In effetti qualcosa di sostanziale è cambiata: la responsabilità di ciò che viene condiviso passa all’utente stesso. Mega rappresenta un cloud, alla pari di Dropbox o Google Drive, dove ogni utente ha a disposizione 50Gb di spazio gratuito.

Tutti i file depositati su Mega vengono crittografati utilizzando una chiave 2048-bit RSA, quindi nessun può essere accusato di violazione del diritto di copyright se non l’utente che ha inserito il file e che conosce la chiave di crifratura. Inoltre, secondo quanto afferma Dotcom, il file avrà sempre una copia su un secondo server in modo da essere sempre disponibile e on-line.

Kim Dotcom offre anche account premium per chi necessita di uno storage maggiore: 500 GB con 1TB di banda disponibile, 2 TB con 4 TB di banda oppure  4 TB con 8TB di banda per l’upload rispettivamente alla cifra di 9,99 euro, 19,99 euro e 29,99 euro.
Per registrarsi a Mega.co.nz è necessario solo un Username, una Password e un indirizzo mail valido per confermare la registrazione. Al momento consigliano di utilizzare Google Chrome per usufruire di tutte le caratteristiche del sito. In arrivo la possibilità di utilizzarlo con un’app dedicata su pc e smartphone.

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it
Stefano Soriano

 
 

[21-01-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE